16.2 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Inchiesta Minotauro, sequestro da 1,6 milioni a boss della 'ndrangheta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Due ville, un terreno, auto e due conti correnti, per un valore complessivo di 1,6 milioni di euro, sono stati sequestrati a Giuseppe Fazari nell’ambito del processo Minotauro. L’uomo, originario di San Giorgio Morgeto in provincia di Reggio Calabria e trapiantato in Piemonte, è ritenuto dagli inquirenti uno dei “capi società” della ‘ndrangheta di San Giusto Canavese, nel torinese, ed è stato condannato a otto anni di reclusione e all’interdizione dei pubblici uffici per associazione di stampo mafioso. Una volta espiata la pena Fazari sarà messo in libertà vigilata per tre anni.
Il sequestro anticipato dei beni intestati a lui e alla sua famiglia sono stati disposti dal tribunale di Torino, che ha accolto la proposta del direttore della Direzione investigativa antimafia.

@ElisaBellardi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano