11.7 C
Torino
sabato, 24 Ottobre 2020

Imprese e Covid: alla Festa de L’Unità si discute di ripresa economica di Torino

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ stata l’occasione per confrontarsi su uno dei temi più dibattuti degli ultimi tempi l’incontro della Festa de L’Unità dal titolo “Torino Città Metropolitana: quali opportunità per le imprese post Covid”. Al Circolo Risorgimento, in via Poggio, si sono alternati esponenti del mondo imprenditoriale, politico e delle associazioni datoriali per provare a fare un quadro di quelli che sono stati i mesi del lockdown e gli sviluppi che ci attenderanno nei prossimi mesi da un punto di vista dell’economia locale.

Si parte da qualche dato, illustrato dai professori Mauro Zangola e Pietro Terna: la ripresa delle assunzioni e il calo della cassa integrazione. Che se da un lato possono sembrare fattori positivi dall’altro non cancellano alcuni fenomeni preoccupanti, come il fatto che la maggior parte dei nuovi assunti sono comunque precari e che la quarantena ha introdotto nuove abitudini nel mondo del lavoro come lo smart working con cui sarà necessario rapportarsi anche in futuro. 

Tra le categorie sicuramente più colpite dal Covid quella degli artigiani, rappresentanti nel dibattito da Paolo Alberti, segretario di Cna Torino: “Quelli passati sono mesi molto difficili, ora dobbiamo stare con i piedi per terra, ma se continuiamo a essere negativi andremo a peggiorare la situazione”. Alberti ha anche sottolineato come “alcuni problemi legati al mondo del lavoro e a quello economico c’erano già prima del Covid, continuano ad esserci ora e non si trova ancora una soluzione”. Tra le ricette suggerite: “La capacità di fare filiera e un sapiente utilizzo dei fondi del Recovery Fund nella consapevolezza che per il mondo autonomo e artigiano non basta solo defiscalizzare”. 

- Advertisement -

Anche Dino De Sanctis, presidente di Confartigianato Torino, ha chiesto al mondo istituzionale e politico attenzione per i piccoli imprenditori in difficoltà: “Il mondo artigiano non può fare smart working e si basa su un rapporto di fiducia con i clienti. Le condizioni del momento mettono a rischio di chiusura il 30 per cento delle attività. Un problema non solo per l’economia ma anche perchè proprio nell’artigianato si possono inserire molti giovani e creare nuovi posti di lavoro. Purtroppo spesso le politiche economiche avvantaggiano i grossi gruppi, ma anche i piccoli hanno bisogno d’aiuto per proseguire”. 

Per il mondo cooperativo, invece, è Dimitri Buzio, presidente di Legacoop Piemonte e di Alleanza delle Cooperative Piemonte, a prendere la parola ricordando come la nostra regione geograficamente sorge al centro dell’area tra Lione e Trieste, importante motore dell’economia europea: “Ma la geografia non basta. Dobbiamo creare le condizioni per lo sviluppo, puntare sulle infrastrutture, dare un contributo strategico”. Tra i dati sottolineati da Buzio il fatto che “Torino sta perdendo posizioni rispetto all’innovazione tecnologica e al numero di Start Up innovative presenti. Inoltre a maggio la città ha erogato più pensioni che buste paga: un elemento drammatico”. Sul mondo della cooperazione, che per natura è strettamente legato al territorio in cui opera, “con il Covid si sono visti andamenti diversi nei vari settori, ma si è gestita bene la crisi”. Mentre sulla politica economia il presidente di Alleanza delle Cooperative cita il documento di programmazione economica della Regione Piemonte per il 2021-2023 “rispetto al quale abbiamo avanzato tre proposte: rilanciare il bando dell’edilizia sociale che permetterebbe nuovi posti di lavoro nel settore, puntare sulle politiche di rigenerazione urbana e creare partnership tra pubblico e privato per i servizi socio-sanitari”. 

Sul palco è intervenuto anche il senatore del Pd Mauro Laus, vicepresidente della commissione Lavoro, che ha precisato come “è compito della politica gestire la paura e la preoccupazione dei cittadini. I problemi di oggi non sono solo causa del Covid, dobbiamo dare risposte identiche a quelle che avremmo dovuto pensare e mettere in atto prima della pandemia. Oggi abbiamo un vantaggio però, i fondi da investire  e dobbiamo arrivare ad utilizzarli con piani strategici che rendano competitivo il Paese. Non basta la lista della spesa”. 

Laus ha anche ricordato due emendamenti da lui proposti nel decreto Agosto: aiuti fiscali per le regioni del sud e le aree depresse e in difficoltà; e individuare nelle aree metropolitane zone franche amministrative e fiscali. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, coprifuoco in Piemonte: ecco il modulo per gli spostamenti

Con l'ordinanza che introduce il coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino anche il Piemonte torna l'obbligo di autocertificazione per gli spostamenti...

Coronavirus, ora ufficiale: coprifuoco anche in Piemonte

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi della pandemia, su tutto il territorio della Regione Piemonte a partire da lunedì 26...

Coronavirus, Piemonte oltre 2000 i contagiati, 9 decessi

Nove decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 verificatosi oggi. Il...

Covid, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5

Anche il Piemonte, dopo altre regioni italiane, si prepara al coprifuoco. Da lunedì prossimo, dalle 23 alle 5 del mattino saranno vietati...

Lutto nella politica torinese: è scomparso Giusi La Ganga

E' morto questa mattina a 72 anni Giusi La Ganga, personaggio di spicco della politica torinese. Lo annuncia il Partito Democratico con...