16.3 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

Ask.fm di nuovo sul banco degli imputati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono ancora da chiarire i contorni della morte della 14enne di Venaria, il cui corpo è stato rinvenuto questa mattina nel giardino della sua abitazione.
Le prime indagini da parte dei carabinieri si sono indirizzate verso l’ipotesi di suicidio. Gli uomini dell’Arma hanno sequestrato il computer e il telefono cellulare della ragazza, analizzandone i profili sui social network.
Da qui è emerso che sul sito Ask For Me, molto diffuso soprattutto tra i giovanissimi rispetto al più noto Facebook, la 14enne era vittima di insulti e derisioni da parte di alcuni coetanei che ne avevano preso di mira l’aspetto fisico.
Ask.fm è un social network lanciato nel 2010 e diventato in breve molto popolare, soprattutto in Italia. Il funzionamento del sito si basa su interazioni del tipo “domanda-risposta” con cui gli utenti possono porre brevi interrogativi (tendenzialmente in forma anonima) sul profilo degli altri membri.
Non è la prima volta che Ask For Me finisce al centro di polemiche per vicende legate al cosiddetto fenomeno di “cyberbullismo”: alcuni mesi fa era infatti emerso che una 14enne inglese morta suicida era vittima di pesanti e ripetuti insulti sul sito.
Per quanto riguarda l’Italia, invece, la discussione sul social network era esplosa attorno a una vicenda dai contorni differenti, quando lo scorso settembre si scoprì che una maxi-rissa esplosa a Bologna tra due gruppi contrapposti di ragazzi aveva preso piede proprio su Ask.fm. Qui, infatti, le due fazioni, prima di passare allo scontro fisico, si erano insultate virtualmente a partire dalle rispettive condizioni sociali con cui si erano auto-soprannominati “Bolobene” e “Bolofeccia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano