27.5 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Il rinnovo dell’ufficio di presidenza manda in tilt la maggioranza in Regione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Tensioni nella maggioranza di centrodestra sul rinnovo dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale del Piemonte. Oggi infatti durante la seduta è arrivata da parte di Fratelli d’Italia una nuova richiesta di rinvio del voto, slittato già parecchie volte dal dicembre scorso. 

“I nostri alleati, Lega e Forza Italia, non hanno voluto riconoscere la presenza del loro alleato nell’Ufficio di presidenza: è l’unico caso in Italia”, sostiene il capogruppo FdI Paolo Bongioanni, che definisce Cirio un “Opossum, quell’animale che di fronte a un problema si finge morto”. E annuncia che “se la votazione sarà fatta, non potrà non avere conseguenze”.

Immediata al replica di Forza Italia con il capogruppo Paolo Ruzzola: “Non credo che una divergenza di vedute possa inficiare il lavoro che stiamo facendo. Possono esserci momenti di non totale condivisione, ma riteniamo corretto andare avanti con il voto”.
“Riteniamo opportuno – aggiunge il capogruppo della Lega, Alberto Preioni – che l’Udp sia rinnovato oggi. Rispetto al voto da remoto, imposto dalla pandemia, ci sono tutte le garanzie”.
Anche lo stesso presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia ha sottolineato con un articolato intervento “l’assoluta certezza del voto, che rispetta gli standard di sicurezza a norma di legge”.
Nelle minoranze invece il capogruppo di Luv Marco Grimaldi legge in quanto accaduto una strategia ben precisa: “La verità è che mentre Fratelli d’Italia minaccia l’appoggio esterno, Cirio fa l’“opossum”: si finge morto e tratta il rimpasto”. “Marrone al welfare? Vogliamo davvero aggiungere alla crisi una sciagura?” – prosegue Grimaldi. – “Nelle scorse settimane Tele Cirio ha continuato a fare conferenze stampa mentre ardevano i conflitti degli alleati e di tutto hanno fatto le spese i piemontesi. Oggi la maggioranza è esplosa e il Presidente sembra pronto a concedere davvero troppo a Fratelli d’Italia per incollare i cocci”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano