12.3 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Il governo francese manda di nascosto i migranti in Italia? L'ira di Salvini: “Non siamo campo profughi”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il confine transalpino continua a essere motivo di tensione tra il governo italiano e quello francese per quel che riguarda la gestione dei flussi dei migranti che cercano di aggirare i controlli alle frontiere attraverso i valichi montani tra Piemonte e Provenza.
L’ultimo episodio su cui la Farnesina ha già richiesto spiegazioni ai colleghi parigini riguarda un furgone della Gendarmeria francese che la Digos avrebbe fotografato varcare il confine e all’altezza di Claviere per far scendere alcuni uomini, forse migranti africani, che si sarebbero poi dispersi nei boschi di Cesana torinese. Del furgone sarebbe stata annotata la targa e sarebbero già in corso indagini anche da parte della Procura di Torino.
Tuttavia, in attesa di una risposta ufficiale del governo francese la notizia ha già mandato su tutte le furie il ministro dell’Interno Matteo Salvini che dice:«Non voglio credere che la Francia di Macron utilizzi la propria polizia per scaricare di nascosto gli immigrati in Italia. Ma se qualcuno pensa davvero di usarci come il campo profughi d’Europa, violando leggi, confini e accordi, si sbaglia di grosso». Salvini ha poi chiesto chiarezza «soprattutto da chi ci fa la predica ogni giorno, e non guarderemo in faccia a nessuno. Invito il collega Moavero a chiedere chiarimenti all’ambasciatore».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano