25.4 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Il Covid non ferma il Politecnico: già 13 mila preiscrizioni

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Continua a confermarsi una delle università più ambite il Politecnico di Torino che conta ben 13mila preiscrizioni per Ingegneria, Architettura, Design e Pianificazione all’incirca lo stesso numero dell’anno scorso, anche se ci sono state due sessioni di test in meno, a marzo e aprile, sospese a causa della pandemia. 

Cambia invece la provenienza geografica degli iscritti: gli studenti del Piemonte rappresentano ora il 50% mentre l’anno scorso il 60% dei pre-immatricolati erano di altre regioni o provenienti dall’estero. La quota degli stranieri resta stabile, con Turchia, Iran e Cina i paesi più rappresentati.

“Siamo molto soddisfatti di questi dati, in controtendenza rispetto a quanto sta succedendo in altri Atenei italiani e rispetto a certe previsioni poco ottimiste sulla volontà dei giovani di investire nel proprio futuro. – commenta il Rettore, Guido Saracco – Il numero di iscritti ai nostri test dimostra invece che, anche se con modalità diverse e nuove, sicuramente i ragazzi e le ragazze sono fermamente convinti che una formazione di qualità sarà importante negli anni a venire e riconoscono nel Politecnico un Ateneo serio, che ha fatto fronte alla crisi sanitaria in modo efficace e che nei prossimi mesi continuerà a fornire una formazione di alto livello, riportando la didattica in presenza, ma garantendo a tutti la possibilità di seguire le lezioni”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano