25 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

I dirigenti del Comune vogliono trasparenza e parametri chiari

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Hanno ancora il dente avvelenato i dirigenti del Comune di Torino che riuniti in assemblea sulla “riorganizzazione 2017” hanno elaborato un lungo papello di richieste.
Non a caso nella premessa dell’incontro è stato ricordato come nel ridisegno dell’organizzazione comunale non vi sia stato coinvolgimento della dirigenza e delle loro rappresentanze sindacali, informate dalla sindaca solo a giochi e delibere ormai fatte.
Tuttavia tra i 52 dirigenti presenti all’incontro è emerso apprezzamento per la scelta dell’interpello interno e per le parole di impegno della Sindaca riguardo la trasparenza nell’attribuzione degli incarichi allo scopo di valorizzare professionalità, managerialità e competenza.
Riportiamo infine le richieste emerse nell’assemblea:
– Conoscere, in assenza della declaratoria dei requisiti previsti per la partecipazione all’interpello, i
criteri ed i parametri che verranno utilizzati nelle valutazioni comparative per l’individuazione dei
titolari degli incarichi e che queste vengano pubblicate sul sito istituzionale.
– Conoscere le modalità seguite dal nucleo di valutazione per l’inquadramento nelle quattro fasce di tutte le posizioni dirigenziali indicate nel nuovo organigramma.
– Qualora si ricorra all’interim, considerato il numero di posizioni dirigenziali previste in pianta organica rispetto al numero dei dirigenti in servizio,(anche in vista dei prossimi pensionamenti nel 2017-18), tali incarichi dovranno essere temporanei e retribuiti.
– Viene poi chiesto all’Amministrazione se intende proseguire l’iter di concorso previsto dalla precedente Amministrazione e mai avviato. Questo nei riguardi della valorizzazione del personale interno.
Si richiede infine di conoscere quali modalità si intendono adottare per la “possibile revisione della struttura” nel prossimo semestre, come indicato nella deliberazione della GM del 4.4.17, auspicando un coinvolgimento dei nuovi Direttori incaricati non solo per la scelta dei dirigenti, ma anche per eventuale revisione dell’assetto organizzativo delle strutture di loro competenza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano