16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Gtt, Appendino: il futuro dipende dall’approvazione del piano industriale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Scritto da Michele Paolino

«Stiamo facendo sforzi per salvare Gtt e vogliamo evitare la procedura concorsuale ma il futuro dell’Azienda dipende dall’approvazione del piano industriale». Così si espressa la Sindaca Chiara Appendino in un incontro appena concluso a Palazzo Civico con i rappresentanti dei lavoratori Gtt. Alla riunione erano presenti le organizzazioni sindacali Faisa – Cisal, Fast – confsal, Ugl, Usb, Cgil, Cisl, Uil oltre alla Sindaca accompagnata dagli assessori Rolando e La Pietra.
Appendino ha confermato, in apertura dell’incontro, la volontà dell’Amministrazione di mantenere pubblica al 100% la proprietà di Gtt e ha precisato che il piano industriale al momento non è ancora definito e che la prossima settimana avrà incontro con l’azienda e gli advisor: solo ad allora si potranno avere certezze sui numeri del fabbisogno finanziario, certezze che, ad oggi, non ci sono.
L’assessore Rolando ha dichiarato che la redazione del piano industriale spetta a Gtt e che il Comune può dare solo indicazioni, mentre per l’assessora La Pietra il punto di partenza per la discussione del piano con i sindacati scatterà dalla sua approvazione e solo quando il Comune avrà messo in sicurezza i conti dell’azienda: in quel momento si iniziera’ la trattativa sull’applicazione del piano industriale.
L’assessora con la delega ai trasporti ha ribadito in due passaggi che non si prevedono dismissioni di parti di Gtt, il cosiddetto “spezzatino”.
Le parti si sono lasciate con la proposta di Appendino di rivedersi il giorno 27 anche con i vertici di Gtt.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano