28.2 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Grizane-Cavour: Soria dovrà pagare 6 milioni all'erario

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Dovrà pagare sei milioni e duecentomila euro Giuliano Soria come risarcimento per il danno erariale per lo scandalo del premio Grinzane-Cavour. A deciderlo la Corte dei Conti che ha stabilito anche che il fratello Angelo, ex dirigente regionale, dovrà pagarne 400 mila mentre Bruno Libralon, chef della scuola di cucina Icif 900 mila.
I tre sono già stati condannati in primo grado in sede penale per la presunta distrazione di fondi pubblici destinati al premio letterario di cui Giuliano Soria era patron ma in realtà intascati ed utilizzati per spese private. Ora il processo davanti alla Corte dei Conti infligge loro una nuova condanna anche se attenuata rispetto alla richiesta dei magistrati che volevano un risarcimento di oltre 7 milioni e 300 mila euro per quelle che per il pm Giancarlo Astegiano furono “prassi lassiste” nell’assegnazione dei contributi.
In particolar modo secondo quanto ricostruito dall’accusa il fratello Angelo, allora dirigente in Regione, avrebbe assegnato contributi ad associazioni legate a Giuliano ma con “palesi profili di illegittimità: assenza della domanda, pagamenti superiori a quelli richiesti, accettazioni in tempi brevissimi, presentazione di domande dopo lo svolgimento dell’evento, destinazione di soldi diversa dalle finalità a cui erano destinati”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano