10.8 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Grimaldi (LUV) vuole una commissione di inchiesta sui movimenti eversivi e gruppi ultras che “proteggono mafiosi e neofascisti”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il consigliere regionale piemontese di Liberi Uguali Verdi, Marco Grimaldi, chiede non solo la massima attenzione ma di intervenire immediatamente per contrastare i rigurgiti neofascisti e neonazisti sul nostro territorio e nel nostro Paese.

Dopo il sequestro di una vera e propria Santa Barbara avvenuta durante un’operazione della questura di Torino in cui, oltre a mitra, pistole, è stato sequestrato un missile aria-aria, ad un gruppo di persone legate ad ambienti di estrema destra, Grimaldi chiede lo scioglimento dei movimenti «eversivi». Non solo. Il consigliere regionale intende colpire gli ambienti in cui il neofascismo e la criminalità organizzata stanno attecchendo, principalmente le curve degli stadi.

I collegamenti tra i gruppi di estrema destra e quelli degli ultras sono stati svelati proprio durante il blitz delle scorse settimane, dal materiale ritrovato fino agli atti in solidarietà che gli ultras hanno espresso proprio nei confronti degli arrestati. Per quanto riguarda invece i collegamenti con la criminalità organizzata non bisogna dimenticare che le inchieste della magistratura in questi anni hanno portato alla luce rapporti tra cosche mafiose e frange del tifo organizzato.

Si legge infatti, nell’ultima relazione della commissione parlamentare antimafia, che «le risultanze dell’inchiesta parlamentare hanno consentito di rilevare varie forme, sempre più profonde, di osmosi tra la criminalità organizzata, la criminalità comune e le frange violente del tifo organizzato, nelle quali si annida anche il germe dell’estremismo politico. […] Crea inquietudine la presenza di tifosi ultras in tutti i recentissimi casi di manifestazioni politiche estremistiche di destra, a dimostrazione che le curve possono essere “palestre” di delinquenza comune, politica o mafiosa e luoghi di incontro e di scambio criminale».

Dunque mafia e neofascismo. Un binomio non certo sconosciuto nel nostro Paese. Basti ricordare che nella notte più buia per la nostra Repubblica i collegamenti tra la malavita organizzata e il neofascismo sono emersi nelle stragi da piazza Fontana a quella di Bologna come negli attentati e negli omicidi.

Preoccupa quindi quanto scoperto degli inquirenti «se le armi fossero state trovate in casa di una persona di religione diversa da quella cattolica; se gli uomini coinvolti non fossero bianchi (e suprematisti) – non parliamo di membri di movimenti in qualche modo vicini ad ambienti antagonisti di estrema sinistra -, oggi avremmo dichiarato guerra. Contro l’Islam, gli immigrati e i centri sociali» – ha commentato Grimaldi – «in base alla Legge Mancino questi movimenti di ispirazione neonazista vanno sciolti. Quel missile costa centinaia di migliaia di euro. A che cosa serviva? Chi l’ha finanziato? Se anche non si trattasse di eversione, ma di mercato nero delle armi, non sarebbe meno inquietante.» – e aggiunge – «Sarebbe ora di istituire, tanto in Parlamento quanto in Regione e in Comune, una Commissione di Inchiesta sulle attività di questi movimenti, nonché sulle infiltrazioni delle organizzazioni criminali nelle curve degli stadi. Soprattutto, mancano poche settimane all’avvio del campionato di calcio di serie A. Davvero si vuole chiudere un occhio e continuare ad accettare la presenza di certe realtà, raccolte dietro i loro striscioni autorizzati?».

Grimaldi suona l’allarme, dunque, e promette battaglia. Il pericolo è alto e non si può continuare a fingere che non esista. Prima di trovarci a fare i conti con drammi già vissuti in passato.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano