19.1 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Frankie hi-nrg mc e l'Expo 2015: il rapper chiede scusa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Francesco Di Gesù, in arte Frankie hi-nrg mc, rapper, autore e compositore torinese, ritira la sua presenza dall’elenco degli ambassador all’Expo 2015 di Milano chiedendo scusa a tutti coloro che si sono sentiti traditi dal suo comportamento, per aver firmato con leggerezza una liberatoria, senza rendersi troppo conto di cosa si trattasse. Immediato l’ironico mea culpa sul social network, con tanto di foto raffigurante un asino.
Il cantante infatti, sarebbe stato coinvolto nell’Expo a sua insaputa, e avrebbe scoperto solo in un secondo momento che la firma alla liberatoria di un’intervista sull’Expo, avrebbe fatto di lui un volto Expo insieme ad altre personalità illustri e stimate come Don Gino Rigoldi e Vandana Shiva.
Una disattenzione di cui ora il cantante si pente amaramente, poché la kermesse, nel corso dei mesi avrebbe preso secondo Frankie una direzione diversa da quella che «ingenuamente» aveva sperato «con reali tavoli di dibattito e non solo stand ultracostosi».
Sotto accusa anche lo “sfruttamento” dei giovani chiamati a lavorare in cambio di «esperienza» ma non di soldi: «Il fatto che migliaia di ragazzi vengano fatti lavorare gratuitamente (ricevendo in cambio il privilegio di aver fatto un’esperienza…) a fronte del muro di miliardi che l’operazione genera è una cosa indegna per un Paese che parla di “impulso alla crescita”».
Il cantante punta poi il dito contro appalti e appaltatori, su cui anche in quest’occasione come troppo spesso accade, si è allungata l’ombra delle mafie: «’Ndrangheta e compari già saltan fuori adesso, figuriamoci tra un po’…» ha commentato Frankie.
Ed è proprio alla luce di tutto ciò che il cantautore ha chiesto di essere rimosso dall’elenco degli ambassador di Expo 2015, scegliendo così di non sostenere un’iniziativa che non lo «rappresenta minimamente».
«Sapevo che ci sarebbero state le multinazionali, ma che ci sarebbe stato spazio anche per “la via campesinha” – spiega Francesco di Gesù – ed ho pensato che in un luogo di così alta densità di attenzione sul tema del cibo, con tutte le orecchie del mondo a disposizione, sarebbe stato utile rendere eloquente anche quella presenza» conclude il rapper ricordando a tutti e sponsorizzando un’altra iniziativa, chiamata “Expo dei popoli”, ovvero un forum indipendente da Expo 2015, nel quale dice di riconoscersi di più.
Insomma, a quanto pare il cantante che avrebbe peccato d’ingenuità ha chiesto scusa ai suoi fan, ringranziandoli infine per avergli aperto gli occhi sulla questione.
 

Asino(la foto pubblicata dal cantante su Facebook)

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano