27.7 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Finalmente ecco Xbox One

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il conto alla rovescia è partito: mancano ormai poche ore e, alla mezzanotte del 22 novembre, la nuova consolle Xbox One sarà sugli scaffali dei negozi italiani.
Annunciata da mesi e lanciata con una campagna pubblicitaria al limite del maniacale il nuovo gioiello di casa microsoft promette di rivoluzionare il mondo dei videogiochi. Anzi, in questo senso chiamarla consolle è quasi riduttivo. La nuova logica, infatti, è quella del “All in one”, tutto in uno: televisione, lettore dvd bluray e, appunto, piattaforma per i games. Nulla di meglio, dunque, per accontentare tutta la famiglia e anche per giustificare una spesa di 499 euro che cade si a ridosso del Natale, ma anche in un anno in cui la crisi economica non ha dato tregua.
Un vero e proprio centro multimediale, dunque, come affermano con fierezza da Microsoft. Fondamentale in questo senso la Kinect, quel supporto per giocare senza joypad lanciato due anni fa con scarso successo e che ora è integrato nella nuova consolle e che permette di dare comandi e controllare tutte le funzioni solo vocalmente. Per non parlare poi di Skype e del nuovo supporto per i social network che arriverà nel 2014. Non solo. Ci sarà anche la possibilità di mandare online la partita che si sta giocando e di diventare commentatori con il microfono integrato alla Kinect.
Certo, nonostante tutte le novità in molti sono stati gli scettici nei confronti della Xbox One costringendo così Microsoft a fare alcuni passi indietro nel suo progetto rivoluzionario. A partire dall’interazione con i videogiochi della vecchia Xbox che contrariamente a quanto annunciato in precedenza continueranno a girare anche su questa consolle. Mentre, non sarà necessaria, la connessione obbligatoria per ogni gioco e continuerà la distinzione con i giochi multiplayer che richiedono necessariamente l’abbonamento Live Gold.
Infine, sicuro è invece che per Xbox One ci saranno alcune esclusive di games che potranno funzionare solo con questa nuova piattaforma: si parte con Forza Motorsport 5, Dead Rising 3, Ryse: Son of Rome. E per l’anno prossimo sono già in cantiere altri titoli. Ora tutto sta a vedere se le vendite corrisponderanno alle aspettative!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano