15.1 C
Torino
mercoledì, 29 Giugno 2022

Extintion Rebellion, vestiti da Maneskin si incatenano davanti all’Eurovillage

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nuovo blitz degli ambientalisti questo pomeriggio a Torino nell’ambito di Eurovision. Quattro attivisti di Extinction Rebellion, vestiti e truccati da Maneskin, si sono incatenati alle grate dell’ingresso dell’Eurovillage al Parco del Valentino prima dell’inizio del concerto pomeridiano, oggi di artisti torinesi. “Zitti e buoni verso l’estinzione”, è scritto sullo striscione. Gli ambientalisti hanno usato come slogan di questa azione ‘Zitti e buoni’, il titolo del brano con cui i Maneskin hanno vinto l’edizione 2021 di Eurovision . “Invitiamo gli artisti e il pubblico a non stare zitti e buoni a guardare il Pianeta andare verso il collasso ecoclimatico, ma di far sentire la propria voce e chiedere a chi governa di agire immediatamente – hanno detto i militanti di Extinction Rebellion – Gli attivisti climatici sono a volte presentati come pericolosi radicali, ma i veri pericolosi radicali sono coloro che stanno aumentando le emissioni. In questo scenario, azioni di disobbedienza civile come questa sono giuste e necessarie”.
L’azione di oggi si inserisce all’interno della campagna internazionale “Music Declares Emergency” , nata nel 2019 a Londra e rilanciata dagli attivisti di Torino in occasione di Eurovision. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano