20.4 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Elezioni, a Torino il Pd bussa alla porta dei Moderati 

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Nella corsa elettorale nel tentativo di ribaltare i sondaggi che vedono il centrodestra avanti, il Partito Democratico torinese tende il braccio agli amici di sempre: i Moderati. Infatti in una lettera a firma del segretario dem metropolitano Marcello Mazzù e rivolta alla coordinatrice dei Moderati, e assessora del comune di Torino, Carlotta Salerno si ribadisce “quanto sia stato importante e determinante il contributo che i Moderati hanno sempre dato a sostegno del centro sinistra in alleanza con il Partito Democratico. In questi 18 anni di collaborazione fianco a fianco tra Pd e Moderati nelle varie istituzioni dove siamo entrambi presenti, dal Comune di Torino alla Città Metropolitana per arrivare alla Regione Piemonte e in tanti Enti locali, abbiamo insieme portato avanti progetti e idee sempre solo con l’obiettivo comune del bene per la Città e dei nostri cittadini”. 

La lettera di Mazzù si conclude dunque con un augurio: “Il nostro desiderio e la nostra volontà è che questa indispensabile e insostituibile collaborazione locale, che tutt’ora esiste nelle varie istituzioni, possa ancora andare avanti con forza e determinazione, nella reciproca consapevolezza che insieme e uniti possiamo vincere”.

Insomma, anche se le liste sono chiuse e i giochi ormai fatti il Pd prova a cercare un’alleanza, almeno esterna con i Moderati, come sostiene anche il sindaco Stefano Lo Russo: “I Moderati sono una forza integrante del centrosinistra, sono molto dispiaciuto per come si è sviluppata la questione delle liste, credo invece sia estremamente importante che i Moderati continuino a dare il loro contributo al progetto del centro sinistra”.
“Spiace moltissimo che un episodio di questo tipo possa comunque allontanare la formazione dei Moderati – ha aggiunto – che nella nostra maggioranza è assolutamente strategica ed esprime personale di grande qualità, sia nella giunta, sia in consiglio, su una competizione così complicata come quella del 25 settembre”. “Speriamo che nei prossimi giorni ci possa essere un riavvicinamento e che gli ultimi giorni vi sia un cambio di posizione”, ha concluso. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano