14 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Dora Vanchiglia, tre arresti in Piazza Sofia

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nella serata di mercoledì, personale del commissariato Dora Vanchiglia impegnato in un servizio straordinario di controllo del territorio in abiti civili nella zona di piazza Sofia ha proceduto all’arresto di 3 persone, in contesti diversi.

Nel primo caso, gli agenti hanno notato nei pressi del capolinea del tram della linea 18 due individui appiedati confabulare fra loro. All’avvicinarsi degli agenti uno di essi si è dato alla fuga mentre il secondo, un ventiduenne residente nei pressi della piazza è stato fermato. Dagli accertamenti svolti, era possibile ritenere che lo stesso occultasse in casa della sostanza stupefacente: i poliziotti dunque si sono recati presso la sua abitazione, rinvenendo 990 grammi di hashish all’interno di una busta della spesa nascosta in camera da letto.  Per il ventiduenne e la sua compagna sono scattate le manette per detenzione ai fini i spaccio di sostanza stupefacente.

Poco dopo, altro personale del Comm.to ha notato un’autovettura sospetta parcheggiata proprio davanti al capolinea del tram, il cui conducente osservava con insistenza l’attività degli agenti. Avvicinato per un controllo, lo stesso, un venticinquenne è risultato gravato da numerosi precedenti di Polizia in materia di armi e stupefacenti. Il giovane non era in grado di fornire alcuna giustificazione per il fatto di trovarsi fuori dal Comune di residenza. I poliziotti hanno proceduto anche in questo caso alla perquisizione del suo appartamento, rinvenendo una pistola a tamburo priva del tappo rosso, 4 coltelli, una pistola Smith&Wesson calibro 38 di provento furtivo, una scatola con 34 cartucce calibro 38, una noccoliera, una cerbottana di grosse dimensioni ed infine una bandiera di colore nero recante la scritta “Legittima Offesa White Kriminals”, il tutto occultato nella camera da letto. Sempre sul comò della camera da letto gli agenti hanno rinvenuto  sottoposto a sequestro della sostanza stupefacente  (11 grammi di hashish, 17 di cocaina, 40 di marijuana), della sostanza da taglio ed un bilancio di precisione. La perquisizione  è stata poi estesa a un garage di Leinì nella disponibilità del venticinquenne, ove era nascosta una pistola a tamburo funzionante, 2 coltelli ed una balestra completa di 3 dardi.     

Il giovane, appartenente ad una frangia oltranzista della tifoseria di una squadra di calcio locale, è stato arrestato per violazione della Legge sugli stupefacenti, possesso di armi clandestine, ricettazione, detenzione abusiva di armi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano