19.7 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Dipendente del Comune di Torino si suicida in via Corte d'appello

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

È volato giù dall’ultimo piano di via Corte d’Appello 16, dove ci sono gli uffici del Comune, Marco Colturato, 48 anni. Era il più stretto collaboratore del garante dei detenuti, Maria Pia Brunatto. Una persona molto apprezzata e conosciuta nell’ambiente. Nulla hanno potuto fare i soccorsi arrivati immediatamente.
L’uomo era entrato nel suo ufficio nel palazzo della Curia Maxima alle 7.56, come risulta dal timbro del cartellino, mentre la caduta è avvenuta intorno alle 8.15. A trovarlo poco dopo alcuni messi comunali allarmati da un forte tonfo nel cortile interno del palazzo.

(L’articolo continua dopo l’immagine; foto tratta da Facebook)

10626611_10204946840977319_5620594143047511057_n
Dal primo sopralluogo e dai rilievi del medico legale Roberto Testi sembrerebbe trattarsi di  suicidio, visto che le ferite ritrovate sul corpo, anche quella alla testa che inizialmente aveva destato alcuni dubbi, sarebbero state causate dall’impatto a terra dopo una caduta di 15 metri. Ancora mistero invece su ciò che avrebbe spinto l’uomo al gesto estremo. Per questo gli investigatori stanno cercando di fare luce sulla vita privata del quarantottenne, sposato e con tre figli, per capire che cosa possa averlo spinto a tentare il suicidio.
Nel prendere notizia di quanto accaduto in via Corte d’appello il Comune di Torino ha deciso di sospendere l’odierna seduta del Consiglio comunale. Al teatro Regio, alla presenza del sindaco Piero Fassino che era impegnato nella presentazione degli eventi culturali legati a Expo 2015, è stato inoltre osservato un minuto di raccoglimento. Il primo cittadino si è poi recato personalmente in via Corte d’Appello.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano