17.2 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

Dal Comune un aiuto per calcolare la mini Imu

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Imu o mini Imu che sia, calcolarla con esattezza può essere un vero incubo, viste anche le continue modifiche apportate all’imposta. Ecco allora che dal Comune di Torino arriva un aiuto prezioso per gli utenti: una guida online e un call center dedicato che forniranno informazioni utili per calcolare il saldo dell’Imu 2013 per le abitazioni principali e le relative pertinenze, detto anche “mini Imu”.
Il servizio, che va ad integrare l’assistenza dei Caaf e dei consulenti fiscali, fornisce gli strumenti per il calcolo “fai da te” dell’importo dovuto, che è pari al 40% della differenza d’imposta calcolata tra l’aliquota deliberata dal Comune (0,575%) e quella di base dello Stato (0,4%). Basta collegarsi al sito www.comune.TORINO.it/tasse/imu dove si trova un software specifico, oppure telefonare allo 011.4424857, con sportelli in corso Racconigi 49, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì con orario 8.30-12.30, oppure recarsi nelle sedi delle circoscrizioni.
L’imposta va pagata utilizzando il modello F24 con versamento in banca o in posta, oppure utilizzando il bollettino postale n. 1008857615 intestato “Pagamenti IMU”, indicando Codice Comune L219 e Codice tributo 3912 per l’abitazione principale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano