27.7 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Cuneo, “Arancia Meccanica” in una villa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Attimi di paura, scene che sembrano riprodurre quelle di Arancia Meccanica, la pellicola di Stanley Kubrick.
Quello che è accaduto ieri sera in una villa di Cuneo, in via della Battaglia, a pochi chilometri da centro, lungo la strada che porta alla frazione Passatore, non è frutto di un film, ma pura realtà.
Manca poco alle 21. Cinque persone con volti coperti e il capellino da baseball in testa si sono introdotti nell’abitazione di una coppia di sessantenni. La moglie, che si trovava nel giardino, viene costretta, sotto minaccia, a rientrare in casa e a consegnare il denaro e i gioielli.
Ma i cinque non si accontentano e decidono di aspettare il marito, che rientra dopo circa un’ora. Lo picchiano. E poi la coppia viene imbavagliata e legata alle sedie con il nastro adesivo.
Solo quando i rapinatori lasciano la villa la donna riesce a liberarsi, e a chiamare l’ambulanza e la polizia.
Il marito viene trasportato in ospedale per le ferite riportate durante l’aggressione: la prognosi è di quindici giorni.
«Le ricerche sono proseguite per tutta la notte – dice il capo della Squadra Mobile della questura di Cuneo, Guglielmo Battisti – Si tratta di un fatto grave, come forse mai si era verificato nella Granda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano