20 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Coronavirus, Piemonte frena sui tamponi a domicilio

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Frenata da parte della Regione Piemonte sui tamponi a domicilio per i test sul contagio del Coronavirus. L’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, sottolinea, durante la seduta del Consiglio regionale riunito in videoconferenza, che  “fare i tamponi a domicilio – ha detto Icardi – sta diventando troppo oneroso. E fra l’altro i medici hanno ormai una esperienza tale da poter capire se il paziente è stato colpito dal Coronavirus anche senza fare il tampone. Individueremo in ogni area un laboratorio dedicato nel quale dovranno recarsi coloro che dovranno essere sottoporsi al test”, logicamente se le condizioni non sono gravi.

Confermati i  test sierologici  30 mila anziani ospitati nelle strutture del territorio. “Oggi – aggiunge Icardi firmerò  un protocollo per la gestione dei casi positivi. Nessun paziente positivo al Coronavirus sarà ospitato nelle Rsa”. Per i pazienti positivi al virus che vengono dimessi dagli ospedali, saranno impiegate altre strutture in via di individuazione, assicura l’assessore.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano