27.8 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Coronavirus, 5 milioni di mascherine ai piemontesi per ripartire

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Via libera dalla Giunta regionale del Piemonte ad una modifica al bilancio per garantire la copertura economica necessaria all’acquisto delle mascherine lavabili da distribuire a tutti i piemontesi.  Questo provvedimento serve per destinare 6 milioni di euro per il 2020 all’acquisto e distribuzione di dispositivi di protezione per tutta la popolazione piemontese, attraverso una modifica della legge 14 sulla Protezione civile.

Parere favorevole da tutti i capigruppo del Consiglio regionale, a cui il provvedimento verrà presentato domani, mentre venerdì mattina un’apposita commissione legislativa approverà in via definitiva l’intervento.

“Ad aggiudicarsi la gara realizzata attraverso Scr sono state tre aziende del Piemonte. Insieme a Poste italiane e alle associazioni che rappresentano gli enti locali stiamo definendo le modalità migliori per organizzare la distribuzione alle famiglie su tutto il territorio” , sottolineano il presidente della Regione, Alberto Cirio, con gli assessori a Protezione civile e Sanità, Marco Gabusi e Luigi Icardi. “Prima di rendere le mascherine obbligatorie era, infatti, fondamentale poterle garantire a tutti, ancor più in vista della fase di ripartenza”.

Per la copertura delle risorse necessarie verrà utilizzata una parte delle donazioni ricevute dalla Regione Piemonte sul conto corrente attivato per l’emergenza coronavirus.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano