10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Concessioni dehors a Torino, l’assessore Sacco trova l’accordo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Trovato l’accordo tra la Città di Torino e le categorie degli esercenti per quanto riguarda il capitolo dehors. L’assessore al Commercio Alberto Sacco, ha incontrato i rappresentanti di Ascom, Epat e Fiepet-Confesercenti e con loro ha concordato il rinnovo delle concessioni per i dehors ex stagionali, che avverrà sulla base dei progetti con l’autorizzazione già rilasciata per l’anno 2019, purché non venga apportata alcuna variazione relativa all’allestimento. La nuova concessione avrà validità fino al 30 ottobre 2020.

Sarà facoltà degli esercenti, pertanto, o presentare una semplice richiesta di proroga della precedente autorizzazione (in autocertificazione) o presentare un nuovo progetto, seguendo le indicazioni del nuovo regolamento dehors che prevede, tra l’altro, la possibilità di realizzare anche i padiglioni in cinque piazze auliche del centro città.

Nel corso dell’incontro, che si è svolto negli uffici dell’assessorato in via Meucci, è stato inoltre deciso che, in tema normativo, quanto riportato nei progetti integrati d’ambito (PIA) prevale sulle indicazioni del nuovo regolamento comunale per i dehors così come capitava in passato.

Si è ribadita in caso di situazioni di particolare complessità e di interesse pubblico, la possibilità di realizzare dei progetti in deroga agli indirizzi operativi del nuovo regolamento, con una delibera di giunta che li approvi formalmente.

«Ringrazio le categorie per la collaborazione e per il senso di responsabilità in un momento di straordinaria emergenza e si dichiara soddisfatto del risultato ottenuto che pur consentendo l’applicazione del nuovo regolamento, estende la disciplina transitoria delle autorizzazioni rilasciate per i dehors stagionali semplificando in maniera concreta la procedura», ha commentato l’assessore Sacco.

Fulvio Griffa, presidente della Fiepet Confesercenti, esprime «un plauso all’Amministrazione che ha saputo cogliere l’esigenza di semplificare l’iter burocratico per i dehors che auspichiamo tutti tornino ad essere uno dei luoghi di socialità della città, superata l’emergenza virus».

«Apprezzamento per la comune presa di coscienza che il settore dei pubblici esercizi debba essere aiutato anche evitando complesse ed incerte procedure non plausibili per chi vede concretamente messa in dubbio la propria sopravvivenza», dice il direttore di Epat Claudio Ferraro.

«La Città di Torino – sottolinea  la sindaca Chiara Appendinoringrazia le associazioni di categoria Ascom, Epat, Fiepet-Confercenti per la disponibilità e lo spirito di collaborazione mostrato in questo momento così difficile per la nostra città, per il nostro Paese, per le attività produttive e per tutto il sistema economico locale e nazionale».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano