27.8 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Caso auto blu, la Montalbano lascia la commissione sanità

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Le scuse con un post su Facebook. E poi l’annuncio delle dimissioni da presidente della commissione sanità del Comune. Così il giorno dopo “l’auto blu gate” è tornata a parlare Deborah Montalbano.
“Vorrei chiedere scusa per quello che è successo. È sbagliato utilizzare un’auto blu per scopi personali, qualunque essi siano? Si, sempre” scrive la Montalbano che prosegue: “Per il ruolo che ricopro, per l’impegno che mi sono presa con gli elettori del Movimento 5 Stelle mi sento in dovere di prendermi la responsabilità dell’accaduto e, quindi, di rassegnare le dimissioni da presidente della IV commissione”.
La consigliera ha poi fatto un riferimento ai colleghi di partito, proprio in una giornata cruciale con Di Maio a Torino e l’assemblea degli iscritti in vista delle elezioni politiche. “Rimetto ogni decisione definitiva nelle mani del Movimento 5 Stelle, consapevole di voler continuare a svolgere il mio ruolo di consigliera in questa città e per questa Città al fianco delle persone in difficoltà e per dare sempre una voce agli ultimi, coloro che spesso vivono difficoltà senza avere gli strumenti adatti per poterle affrontare”.
Anche il gruppo consiliare 5 stelle è intervenuto sulla vicenda con un post su Facebook: “Prendiamo atto della scelta della consigliera Montalbano. Una scelta doverosa, coerente con i valori che il Movimento 5 Stelle rappresenta e incarna. In attesa che venga chiarita la sua posizione, il gruppo consiliare M5S di Torino ritiene opportune le sue dimissioni da Presidente di Commissione.
Dagli errori si impara e il gruppo consiliare é certo che i singoli e il gruppo stesso cresceranno sempre di più, insieme”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano