21.6 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

CasaPound alle europee: “Non per cambiare l’Ue, ma per affondarla”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

CasaPound correrà con una propria lista nelle prossime elezioni europee. A guidare le tartarughe frecciate verso l’Europa il segretario nazionale Simone Di Stefano. Per presentarsi servono 150 mila firme nei cinque collegi italiani.

«In questi giorni– annuncia il leader di Cpi- partiremo con la raccolta firme per correre da soli alle elezioni europee con un nostro programma e senza alleanze. Chiamiamo a raccolta i nostri iscritti e tutti gli italiani che sono stanchi di questa Unione Europea».

«Noi abbiamo chiaro quello che vogliamo: uscita dell’Italia dall’Ue e ritorno alla sovranità monetaria che erano già i primi punti del nostro programma delle elezioni politiche – aggiunge – Non ci candidiamo per cambiare l’Ue dall’interno perché è impossibile ma per affondarla perché ormai è una prigione».

«Non ci sono alternative alla raccolta firme al momento, considerando che Salvini e M5S hanno abbandonato le battaglie contro euro ed Ue e la Meloni ha fatto confluire nel suo partito perfino i Conservatori di Fitto. Sarà CasaPound- conclude Di Stefano- l’unico partito sulla scheda che dira’ con chiarezza agli italiani che l’unica soluzione è l’ExIt», conclude Di Stefano.

Articolo precedente
Articolo successivo
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano