7.6 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Cannabis, da Fratelli d’Italia Torino un esposto in Procura per chiudere gli shop

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La parlamentare di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli, e il neo consigliere regionale Maurizio Marrone, hanno presenteranno un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere la chiusura degli cannabis shop di Torino.

«Presenteremo un esposto per chiedere la chiusura degli shop ed il sequestro della cannabis che le Sezioni Unite della Cassazione hanno chiarito una volta per tutte essere droga a tutti gli effetti», spiegano Montaruli e Marrone.

«Intendiamo attivarci – aggiungono – per mettere fine a questo periodo di legalizzazione occulta e illegittima della canna libera, che, a dispetto della propaganda degli antiproibizionisti, ha solo riportato l’invasione dell’eroina e di altre droghe pesanti nello spaccio di strada».

In Piemonte sono circa 55 i cannabis shop, di cui 20 a Torino.

«Le sentenze vanno applicate e i negozi che vendono droga vanno chiusi», concludono i due esponenti di Fratelli d’Italia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano