24.3 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Campa cavallo che l’erba cresce…

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Andrea Doi

Dopo un mese di aprile piuttosto piovoso, ora scoppia il caldo e con esso anche le polemiche. Mentre la Giunta tutta si aggrappa al Salone del Libro per rivendicare almeno una cosa che funzioni in città l’assenza di manutenzione inizia a farsi sentire. Erba altissima in quasi tutte le aiuole, almeno quelle “popolari”. Sul viale della Spina, in piazza Statuto e altri (pochi) viali aulici qualcosa si è mosso. In periferia e nelle zone non auliche nulla.

Le ragioni, tuttavia, non sembrano risiedere solo nella scarsa organizzazione comunale. Sta, invece, montando il caso “Oneri di urbanizzazione” già oggetto di cotanto dibattito in Consiglio Comunale e ora diventato realtà. (LEGGI ARTICOLO)

Nel bilancio 2017 la Giunta Appendino ha deciso di finanziare le manutenzioni ordinarie (verde compreso) e il contratto di servizio con Iren per semafori, impianti elettrici, impianti termici e illuminazione pubblica con gli oneri. Entrate non ripetitive il cui conseguimento non è certo. Sarebbero ben 42 milioni di euro di cui, si è appreso, ne sono stati incassati per ora circa 3,5. Solo tre milioni e mezzo in cinque mesi, a fronte di corrispondente spesa, nei primi mesi dell’anno, di quasi 17. Si sta aprendo, quindi, nel bilancio, una nuova voragine.

Una manovra disperata contabilmente, ma ancor più avventata sul piano tecnico. Le ditte responsabili degli sfalci, non potrebbero operare senza copertura finanziaria. E se lo facessero, sarebbero, stavolta certi, debiti fuori bilancio. Dato che lo sfalcio dell’erba e la manutenzione dei giochi bimbi dipendono in gran parte delle circoscrizioni, gli otto presidenti hanno incominciato a chiedere spiegazioni all’Assessore Rolando, senza ottenere ancora alcuna risposta.

In alcune circoscrizioni, addirittura, sono i consiglieri 5 Stelle che interpellano le giunte di centrosinistra sul tema, senza sapere (forse) che la colpa è proprio delle scelte centrali.

Ma se l’erba alta costituisce un problema serio, cosa succederà se e quando non risulteranno coperti i quasi 24 milioni dovuti a Iren per le sue manutenzioni? In quelle voci, infatti, vi sono anche i costi della manutenzione degli impianti elettrici e termici degli edifici comunali, scuole comprese.

L’erba, forse, può crescere, ma la sicurezza non può certo ridursi..

 

IMG_1585

Giardini Sospello

 

IMG_1586

Spina Reale

IMG_1587

Spina Reale

IMG_1588

Parco Dora

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano