25.4 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Bilancio, Morano ai 5Stelle: “Votare senza sapere è pericoloso”. Napoli: “Convocate Passoni”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

La condotta della Giunta comunale sui dati oggetto del bilancio di previsione è stata oggetto di dure critiche da parte degli esponenti della minoranza in Consiglio Comunale:

«Si parla di milioni , si esterna, dichiarazioni per strada , sui giornali, nelle parrocchie ma non si dice nulla in Consiglio Comunale. Silenzio assoluto come in una sorta di segreto massonico», attacca con decisione Osvaldo Napoli, capogruppo di Forza Italia, che stigmatizza nuovamente sull’assenza della sindaca: «Ha l’abitudine di non essere presente. È una mancanza di rispetto verso il Consiglio mentre  si discute di argomenti determinanti per la città in momenti delicati come questo». Napoli critica Chiara Appendino anche per aver portato inopportunamente la fascia tricolore: «Si usa solo nei momenti istituzionali». L’esponente veterano  di Forza Italia parla anche della precedente amministrazione, quella di Fassino e dei suoi ex assessori: «Hanno la necessità di potersi difendere ad un’accusa detta dal sindaco in un istituto salesiano rispetto ai 60 milioni di buco. Ma come si fa se voi non dite niente (in Consiglio comunale n.d.r)?. È una mancanza di rispetto verso il Consiglio e verso chi governava prima». E conclude: «È una partita in cui ci giochiamo il futuro di Torino quindi abbiano il coraggio di rinviare fino a quando ci porteranno conti veri e non quelli blaterati nelle strade».

Nel suo articolato intervento il consigliere Alberto Morano ha snocciolato le criticità finanziarie che esporrebbero il Comune su diversi fronti (Fondazione Torino Musei, mutuo Infra.To,vendita partecipazione Sitaf , contributo parcheggi Regione Piemonte), interrogandosi  sulla reale portata delle voci in discussione che impegnano il Comune: «Apprendiamo dagli organi di stampa, perché nulla è trapelato dal Consiglio, che il buco fuori bilancio  sarebbe di 60-70 milioni. Al di là della mancanza di garbo istituzionale che non mi aspetto da questa Giunta, non credo sia corretto spargere notizie, che poi si potrebbero rivelare non vere, alimentando preoccupazioni senza fornire idonea documentazione. Si viene in Consiglio e si portano i dati». Il consigliere, candidato sindaco, ha ribadito come i dubbi fondati sulle spese effettivamente sostenute dalla città, sulle entrate, sui tagli effettuati o da effettuare, sulla consistenza dei debiti  impongano una riflessione: «Prima di votare una delibera sugli equilibri di bilancio, vogliamo sapere se ci sono o no, quali siano i deficit di cassa e come viene pareggiato col taglio delle spese». Morano ha infine lanciato un ammonimento al veleno ai consiglieri penta stellati:  «Votare gli equilibri di bilancio senza sapere in modo chiaro di molte voci è pericoloso. Voglio ricordare ai consiglieri cinque stelle, che spesso votano in modo totalmente acritico quanto proposto dalla Giunta, le responsabilità che essi stessi si assumono, ed è noto a tutti che la Corte dei Conti ha riconosciuto la responsabilità dei consiglieri».

Anche il capogruppo del PD Stefano Lo Russo, pur prendendo le distanze dalle accuse lanciate da Alberto Morano, ha puntato il dito contro la Giunta: «La minoranza è in difficoltà nell’esercitare il suo ruolo di controllo e di indirizzo in assenza di informazioni precise sui conti, il cui quadro generale non è mai stato illustrato al Consiglio». E ha aggiunto: «Non sappiamo quanto corrispondano al vero le cifre che sindaca e vice sindaco, continuano a ripetere in giro per la città. Si chiede di tagliare ad ogni assessorato il 25% delle risorse ma il Consiglio comunale non mai è stato informato sulle motivazioni». Lo Russo conclude preannunciando: «Disponibili a darvi una mano, ma ci deve essere reciprocità. In assenza di questa chiarezza, non possiamo partecipare al voto della delibera».

Alla tante critiche degli esponenti della minoranza il consigliere pentastellato Antonino Iaria ha così polemicamente in pochi secondi risposto: «aiutateci a recuperare  il libro nero dell’ex assessore Passoni, dove vi sono tutti i conticini e sapremo esattamente quanto è questo buco senza altre indagini, velocizziamo questa partita e superiamo tutti i problemi». A cui Osvaldo Napoli ha sbottato: «convocate Passoni e fate un audizione? Ve lo consiglio io», prima che gli venisse tolta la parola, proprio mentre stava evidenziando le contraddizioni tra quanto affermato dall’assessore Rolando e quanto espresso dalla sindaca.

Nella sua replica l’assessore al bilancio Sergio Rolando ha invitato il consigliere Morano a trasmettere le sue numerose questioni relative al Peg (Piano esecutivo di Gestione) per una risposta da parte degli uffici. Rolando ha ricordato come la delibera riguardi semplicemente la reintegrazione del fondo di riserva ed alcune variazioni nella distribuzione delle spese legata ad un cambiamento di cronoprogramma di lavori. Rolando ha aevidenziato che, in  relazione all’assestamento di bilancio, la scadenza prevista è il 30 novembre, aggiungendo che « il gruppo di lavoro sul bilancio sta per terminare il suo compito e che al massimo entro il giorno 2 dicembre i risultati saranno disponibili e saranno messi a disposizione del Consiglio Comunale».

Nella seduta il Consiglio Comunale ha approvato  (23 voti favorevoli ed una astensione) un provvedimento di variazione sul bilancio finanziario di previsione 2016-2018 finalizzato ad attingere 1.790.000 euro dal fondo di riserva per finanziare   dei Servizi educativi della Città non coperti dagli stanziamenti del bilancio 2016.
«Tutti gli assessorati cittadini – ha spiegato Rolando – hanno messo a disposizione gli stanziamenti necessari a reintegrare il fondo di riserva».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano