20.5 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Bilancio di previsione, Russi (M5s): “La nuova giunta taglia fondi per personale e anziani per pagare il caro bollette”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ partita oggi con la prima seduta la Commissione Bilancio del Consiglio comunale di Torino ed è già polemica. Infatti, il capogruppo M5s Andrea Russi osserva come nelle variazioni del bilancio di previsione 2021/23 “per sostenere i costi relativi ai rincari delle bollette, infatti, per il biennio 2022/2023 vengono autorizzati alcuni tagli importanti.”

Il primo taglio riguarda il personale: “Dopo aver evidenziato la difficile situazione della macchina comunale, -spiega Russi – a cui mancherebbero 5000 addetti per poter risolvere le difficoltà nell’erogazione dei servizi (anche quelli di base, come ad esempio il rinnovo della carta d’identità o il rilascio del permesso di occupazione di suolo pubblico), la Giunta Lo Russo autorizza una maxi sforbiciata da 21 milioni di euro sul capitolo relativo ai dipendenti”.

Per il pentastellato “si tratta di una cifra enorme, che mai mi sarei aspettato di leggere, in particolar modo dopo che il Sindaco in Consiglio Comunale aveva parlato di assunzioni e dopo che martedì la Giunta aveva autorizzato l’assunzione di tre nuovi dirigenti”.

Altro taglio, di 5 milioni nel 2022 e altrettanti nel 2023 per i servizi sociali: “Il budget stanziato per le prestazioni socio assistenziali rivolte agli anziani viene infatti ridotto di ben 10 milioni di euro. Complimenti. Davvero un ottimo inizio” conclude Russi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano