21.9 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Beneficenza 2.0: le donazioni oggi sbarcano sul web

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Lo sviluppo di internet e la diffusione dei servizi digitali stanno modificando, in modo più o meno graduale, le abitudini ed i comportamenti degli italiani. Tra gli ambiti interessati da questo cambiamento vi è anche quello delle donazioni a favore di organizzazioni non governative, associazioni di volontariato ed enti che si prendono cura di particolari categorie di persone. Questo fenomeno è stato recentemente analizzato da una ricerca effettuata dall’istituto Duepuntozero Doxa. Dai risultati di “Donare 3.0”, questo il nome dello studio, si evince che i metodi tradizionali di supporto, ossia tramite contanti o bonifici, utilizzati specialmente in occasione di eventi stagionali, vengono lentamente sostituiti da donazioni effettuate online.

Questa tendenza sembra essere motivata dalla facilità e l’immediatezza dei nuovi metodi di trasferimento elettronico delle liquidità, che possono essere inviate ad un ente benefico con un semplice click del mouse o con un rapido gesto del dito sullo schermo di un dispositivo mobile. Questi nuovi trend da parte di chi dona online stanno conseguentemente spingendo le organizzazioni a fornire maggiori informazioni in formato digitale sui loro programmi, sulla loro missione e su come vengono amministrati, gestiti ed utilizzati i fondi ricevuti: trasparenza, credibilità e risultati concreti sono i fattori principali per convincere i potenziali donatori circa la validità di un progetto specifico.

Un esempio delle iniziative attualmente presenti su internet è quello della Lega del Filo d’Oro, che con il progetto “Adotta un mondo di sì” per aiutare bambini a distanza, si prefigge di raccogliere fondi per il supporto a favore dei bambini affetti da patologie plurime (problemi di vista, udito, cognitivi e motori). Il sito dell’organizzazione facilita il procedimento di donazione illustrando diverse modalità di invio del denaro e mettendo a disposizione opzioni come l’invio di una somma singola o il supporto periodico tramite somme differenti. La procedura è facile e diretta, in quanto occorre solamente scegliere il metodo di pagamento, inserendo i dati personali e finalizzando l’operazione in pochi minuti, mentre per la donazione di somme consistenti sono previste anche delle agevolazioni fiscali.

Relativamente ai dati statistici raccolti dallo studio, nel 2015 si è registrato un aumento delle donazioni online (dal 15% dell’anno precedente al 18%) con una conseguente diminuzione dell’utilizzo del bonifico, mentre rimane pressoché inalterata la percentuale di chi predilige il metodo dell’SMS. In aumento anche il numero di chi partecipa a progetti di “crowdfunding” di utilità sociale, un nuovo strumento che consente di raccogliere fondi entro un tempo definito da destinare ad un’iniziativa particolare. Un altro interessante dato emerso dalla ricerca riguarda la molteplicità delle donazioni: indipendentemente dal metodo di supporto utilizzato, gli italiani donano mediamente a più organizzazioni (con una media del 2,8 per donatore).

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano