19.5 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Arriva la deroga: ora a Torino si può morire anche nelle domeniche ecologiche

Più letti

Nuova Società - sponsor
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

di Moreno D’Angelo

Le deroghe sui mezzi impiegati nelle cerimonie funebri sono  da intendersi estesa ai veicoli utilizzati dai ministri officianti le cerimonie religiose e anche ai veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e trasporto funebri per lo svolgimento delle attività propedeutiche alle cerimonie funebri.

E’ quanto indicato in una circolare interna rivolta a quanti saranno impegnati nel controllo dell’applicazione dei divieti di transito nel corso della domenica ecologica del 2 aprile prossimo.

La questione e le polemiche sulla possibilità dei mezzi per i servizi funebri di operare nelle giornate ecologiche ha portato i direttori della Divisione Ambiente e del Comando di Polizia Municipale ha fornire ulteriori specifiche sui contenuti delle deroghe, «per fare chiarezza e permettere una corretta lettura dell’ordinanza, dissipando dubbi ed evitando erronee interpretazioni».

In tali indicazioni una particolare attenzione della circolare è sul “car pooling” che riguarda «veicoli adibiti al trasporto persone aventi al massimo otto posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) e non è esteso ai veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1)». Inoltre, viene precisato come la deroga riservata ai medici sia da intendersi estesa anche ai veterinari.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano