20.8 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

“Appendino è come quei brocchi che non segnano mai e trovano scuse”. Lo Russo replica agli attacchi della sindaca

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di A.D.

Poche ore dopo la conferenza stampa dove Appendino ha illustrato il piano di rientro approvato dalla giunta, il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo risponde agli attacchi politici che la sindaca ha scagliato contro il centrosinistra.

«Secondo Appendino, Fassino avrebbe la responsabilità di non aver detto dei debiti fatti da Chiamparino – dice Lo Russo – Insomma, Appendino fa come quei giocatori brocchi che non fanno mai gol perché a detta loro, una volta la palla è sgonfia, un’altra la porta è piccola oppure perché le scarpe fanno male. A seconda del momento ogni scusa è buona per evitare di ammettere che non si sa giocare a calcio».

Poi Lo Russo ricorda che: «il giudizio sulla qualità della trasformazione della grigia Torino di 30 anni fa operato dal centrosinistra e di cui la Sindaca ha beneficiato e beneficia lo danno i torinesi e quelli che hanno visto la città trasformarsi e crescere».

«Il giudizio positivo sulle operazioni di risanamento dei conti operato tra il 2011 e il 2016 invece lo ha dato la Corte dei Conti. Abbiamo più o meno capito cosa non ha funzionato secondo Appendino nel passato. Non abbiano invece ancora capito dopo quasi un anno e mezzo cosa ha fatto davvero lei e soprattutto quale idea ha di città. Un anno e mezzo…», conclude Stefano Lo Russo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano