20.4 C
Torino
mercoledì, 27 Maggio 2020

Appendino dimette la Patti

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Rimpasto doveva essere e rimpasto è stato. La sindaca Chiara Appendino ha tolto le deleghe all’assessora all’istruzione Federica Patti. Senza passare dal voto del Consiglio comunale la prima cittadina torinese ha dimesso la sua assessora, sulla quale già da giorni circolavano voci di un addio.

Appendino ha ringraziato Patti «per l’importante lavoro di questi due anni e mezzo svolto in un contesto difficile». Mentre nei prossimi giorni saranno concordati i tempi e le modalità della sua sostituzione.

- Advertisement -

Per il successore non si esclude che Appendino pescherà dai suoi consiglieri, come era stato per l’allora capogruppo Alberto Unia quando è stato il momento di sostituire l’assessora all’Ambiente Stefania Giannuzzi.

- Advertisement -

Immediato il commento della capogruppo dei Cinque Stelle, Valentina Sganga: «Apprendiamo della scelta della sindaca Appendino di revocare le deleghe all’assessora Federica Patti.
La gestione dell’Istruzione, con le criticità emerse in questi anni, figlie di una realtà complessa e che le amministrazioni precedenti non hanno mai affrontato, ma utilizzato come voci su cui tagliare e poco altro, richiedono un cambio di passo che speriamo possa avvenire preso. A Patti vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni in un contesto nazionale difficile e avendo ereditato un assessorato, come detto, con grandi difficoltà».

«Ci auguriamo che la sindaca sappia trovare la figura più adatta e di poter collaborare proficuamente per affrontare anche quelle situazioni complesse che richiedono una collaborazione maggiore tra consiglio comunale e giunta. Auspichiamo che chi subentrerà in questo delicato ruolo possa portare alti i valori e il programma del M5S, su cui continueremo a svolgere la funzione di indirizzo e controllo con massimo impegno», conclude Sganga.

Anche il Partito Democratico ha voluto dare una sua opinione sulle dimissioni della Patti, per bocca del capogruppo in Sala Rossa Stefano Lo Russo«La rimozione dell’assessora Patti era ormai un atto dovuto e siamo contenti che sia stata accolta una richiesta della minoranza consiliare.
Una sequenza interminabile di errori e pressapochismo politico che hanno contraddistinto questi anni di politiche dell’istruzione a Torino che avrebbe dovuta essere interrotta già  molti mesi fa. Ma meglio tardi che mai.
Ci auguriamo che la Sindaca dopo tutti gli errori commessi fin qui, individui, almeno stavolta, una persona capace a guidare uno dei settori piu strategici dei servizi della Città come quello dell’istruzione e delle politiche educative».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il Riparti Piemonte è legge

Dopo una tre giorni di Consiglio regionale in videoconferenza, il Riparti Piemonte è legge. Il Ddl 95, infatti, è stato approvato nella...

Coronavirus, 73 i nuovi contagi in Piemonte e 16 i decessi

Altri 500 guariti, 16 morti e 73 nuovi contagiati. E' questo il bilancio odierno dell'unità di crisi della Regione Piemonte sulla diffusione...

‘Ndrangheta in Piemonte, restano in carcere Rosso e Burlò

L'ex assessore regionale del Piemonte Roberto Rosso e l'imprenditore Mario Burlò restano in carcere. Entrambi sono stati rinviati a giudizio pochi giorni...

Paolo Griseri vicedirettore de La Stampa

Sarà Paolo Griseri il nuovo vicedirettore de La Stampa, secondo quanto stabilito dal piano di riorganizzazione del quotidiano. Griseri, attualmente in forza...

A Torino neonata nasce con il cuore fuori dal torace

Una neonata affetta da Ectopia cordis, rara anomalia congenita in cui il cuore si trova fuori dal torace, è stata fatta nascere...