11 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Appendino: “Chiudere i parchi crea solo assembramento in altri luoghi”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Mantre il presidente della Regione Piemonte è pronto a firmare un’ordinanza di chiusura per parchi e aree verdi, la sindaca di Torino Chiara Appendino parla di scelte “incoerenti”.

«Ci vuole coerenza nei messaggi che vengono dati, se il governo dice che l’attività fisica si può fare e va bene, chiudere i parchi significa generare assembramento in altre zone della città», dice la sindaca dai microfoni di Rai News24.

«A Torino i parchi non sono chiusi, a parte che fisicamente è difficile chiuderli – ha aggiunto – perché se il governo dice che posso fare una corsa, chiudendoli rischio di creare assembramenti magari sulle piste ciclabili».

«Vedo nella mia città tantissime persone che stanno rispettando le regole e che non si muovono – ha detto la sindaca – purtroppo c’è qualcuno che non l’ha ancora capito e continua a muoversi, ma credo che più che pensare a regole e controlli, come è corretto che sia e come stiamo facendo, l’appello da fare è che la prima regola è il controllo di noi stessi, quindi restare a casa e uscire solo se strettamente necessario. L’importanza è che tutti capiscano che è un’emergenza e non una vacanza e che rispettino le regole», sostiene Appendino.

 

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano