15 C
Torino
martedì, 4 Agosto 2020

Andrea Russi: “Bonus Covid per il personale sanitario, facciamo un po’ di chiarezza”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
L'opinione
L'opinione
Le opinioni di Nuova Società. Per dare un vostro contributo scritto, dire la vostra, scriveteci a redazione@nuovasocieta.it oppure al direttore a.doi@nuovasocieta.it

C’è molto fermento, in questi giorni, da parte di diversi esponenti politici e sindacali, relativamente al fatto che la Ragioneria dello Stato avrebbe contestato il bonus per il personale amministrativo e sanitario impegnato nella gestione dell’emergenza Covid 19.
Le risorse stanziate dallo Stato per la Regione Piemonte, come chiaramente riportate nella tabella A del DL 18/20, ammontano a circa 18,5 milioni di euro.
Stando al Decreto 34/20, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020, la Regione avrebbe potuto al massimo raddoppiare quella somma, arrivando a 37 milioni di euro complessivi. 
Avendo però la Regione Piemonte stanziato una cifra superiore a quella consentita dal decreto, è evidente che l’Ente ha sforato, superando il tetto complessivo.
Da qui la contestazione della Ragioneria.
La questione è dunque puramente matematica: se la Giunta avesse fatto i conti, peraltro molto semplici, la Ragioneria non avrebbe contestato la somma indicata dalla Regione Piemonte.
In pratica, una volta siglato l’accordo con i sindacati maggiormente rappresentativi, la Regione si è trovata in conflitto con la legge: il DL 34, che modifica il Cura Italia inserendo il tetto massimo del raddoppio, è del 19 maggio, mentre l’accordo siglato in Regione risale all’8 giugno: bastava leggere attentamente il decreto per non commettere un errore che ora rischia di bloccare tutto.
Sono sicuro che, anche questa volta, il Governo troverà il modo di rimediare agli errori e all’inadeguatezza (o preciso disegno politico?) della Giunta Regionale: è notizia di ieri, 9 luglio, la richiesta al Governo di poter individuare nuove forme premiali per gli operatori sanitari impegnati in prima linea nell’emergenza Covid e contribuire con ulteriori 40 milioni di euro ricavati dal taglio delle spese di gestione della Camera dei Deputati.
Detto ciò, da operatore sanitario, nonostante le difficoltà, i rischi e i maggiori carichi di lavoro affrontati nel periodo più acuto dell’emergenza Covid, non mi sono mai sentito un “eroe”, ma soltanto un professionista sanitario che metteva a disposizione della Comunità le proprie competenze per fronteggiare questa terribile emergenza.
Forse, più che un regalo una tantum (sicuramente bene accetto), il miglior riconoscimento professionale per il lavoro di questi mesi sarebbe un adeguamento contrattuale, fermo ormai da troppi anni, che possa restituire uno stipendio dignitoso ad un lavoro svolto tutti i giorni con professionalità, competenza, passione e dedizione.

Andrea Russi
tecnico radiologo e consigliere comunale a Torino Movimento Cinque Stelle

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Prefettura e Regione fermano nuovi arrivi di migranti in Piemonte

Non ci saranno altri arrivi di migranti in Piemonte. È questo il risultato dell'esito dell'incontro in Prefettura tra il prefetto di Torino...

Concorso per dirigenti del Comune di Torino: candidati denunciano errori nella procedura

A seguito della pubblicazione da parte del nostro giornale dell’articolo sulla prima fase del concorso per dirigenti del Comune di Torino sono...

Coronavirus: Piemonte +15 positivi e nessun decesso

Sono 15 le nuove positività al Coronavirus registrate oggi in Piemonte. Sei sono asintomatiche. Tre dei casi sono importati. E' quanto si...

La guerra del retino. “Se non fermi tuo figlio hai meno neuroni del granchietto che ha messo nel secchiello”

“Vuoi insegnare a tuo figlio che non è normale e non è un gioco far morire in un secchiello un granchietto dopo...

Concorso per dirigenti Comune di Torino: su 700 candidati solo 36 passano. Polemiche in vista

Sono passati dieci anni dall’ultimo concorso per dirigenti bandito dal Comune di Torino, era infatti il 9 giugno 2010, concorso annullato dal...