16.8 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

All’Amedeo di Savoia sacchi da macello al posto dei camici per gli infermieri

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

A mesi di distanza dall’inizio della pandemia il personale sanitario si trova ad operare ancora senza l’uso di adeguate protezione. E’ la denuncia del sindacato Nursing Up che attraverso il segretario regionale del Piemonte e Valle D’Aosta Claudio Delli Carri spiega: “Abbiamo ancora avuto segnalazione dell’invio, per chi ha a che fare con persone colpite da Covid, di sacchi da macellaio con due tubi di nylon come manica. Una situazione intollerabile”.

“Sacchi come questi sono stati distribuiti ieri a tutti gli operatori dell’Amedeo di Savoia, struttura punto di riferimento per l’emergenza Covid, e ai reparti Covid e no Covid degli altri presidi dell’Asl Torino – prosegue Delli Carri – Ancora una volta siamo costretti a protestare per la sicurezza di infermieri e professionisti della sanità. Segnaleremo la questione alla Procura. Sono attonito per la leggerezza con cui ancora oggi si tratta la questione della sicurezza dei colleghi. Le segnalazioni che abbiamo ricevuto di questi sacchi da macellaio per coprirsi, lasciano senza parole. Non tollereremo ulteriormente scelte di questo tipo da parte della Regione o da chi prende tali decisioni”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano