0.8 C
Torino
venerdì, 4 Dicembre 2020

Al via l’Osservatorio regionale per le RSA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Puoi inviare il tuo comunicato stampa all'indirizzo redazione@nuovasocieta.it

Parte oggi l’osservatorio RSA previsto dalla delibera della Giunta Regionale 7 agosto 2020, n. 38-1858, uno strumento importante per monitorare attivamente la situazione di uno degli ambiti più delicati con la ripresa delle attività e la crescita dei contagi Covid-19. Lo annunciano i consiglieri regionali Marco Grimaldi (LUV) e Daniele Valle (PD).
“Al tavolo però manca un elemento fondamentale, una rappresentanza degli utenti che possa fornire un punto di vista diverso ma complementare a quelli presenti e per questo motivo chiediamo che, dal prossimo incontro, i lavori dell’osservatorio si aprano anche alle rappresentanze degli utenti” commentano.
“Inoltre, l’obiettivo dell’osservatorio deve essere anche la mappatura dei malati covid, in modo da scongiurare la fase di incertezza della scorsa primavera e garantire la piena tranciabilità degli spostamenti: non possiamo permetterci di non sapere dove finiscano le persone contagiate” proseguono.

“La delibera attuale richiama il protocollo approvato con la DGR n. 2-1181 del 31 marzo 2020 (“Protocollo d’Intesa fra l’Unità di crisi della Regione Piemonte, le Prefetture, le Città Metropolitane e le Province del Piemonte”), nel quale è previsto che anche le Provincie si dotino di osservatori Rsa, questa volta con la possibilità che ci siano in essi rappresentanti degli utenti.
È fondamentale e coerente che tale rappresentanza sia prevista anche al livello regionale, specie nelle more dell’attivazione degli osservatori provinciali” concludono Valle e Grimaldi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

A Torino buoni spesa per le famiglie in difficoltà per il Covid dal 9 dicembre

Il Comune di Torino si prepara a distribuire nuovi buoni spesa per le famiglie in difficoltà a causa della seconda ondata Covid....

Covid, primo giorno di lavoro in Piemonte per i medici arrivati da Israele

I medici provenienti da Israele subito al lavoro in Piemonte per dare una mano contro il Covid nell'ospedale di Verduno.La delegazione medica...

Dpcm di Natale, Appendino: “Condivisibile nell’ottica di tutelare sicurezza”

“Non voglio commentare Dpcm che non sono ancora usciti, perchè in questo modo creiamo solo confusione nei cittadini, che hanno bisogno di...

ZTL sospesa fino al 9 gennaio

Prosegue la sospensione della Ztl a Torino. La sindaca Chiara Appendino ha firmato l'ordinanza che prolunga fino al 9 gennaio 2021 la...

Covid, in Piemonte test rapidi per il parenti degli anziani Rsa

Per le feste di Natale dalla Regione Piemonte i test rapidi Covid per chi va a trovare i parenti nelle Rsa del...