7.4 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Agevolazioni e incentivi, online tutte le novità sull’Ecobonus 2015

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Vanna Sedda
Buone notizie per chi ha programmato interventi di ristrutturazione e riqualificazione del proprio immobile. La legge di stabilità ha confermato gli Ecobonus per tutto il 2015. I dettagli su agevolazioni e incentivi sono riassunti nella guida online realizzata da Enea, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.
Nel vademecum pubblicato sul web si possono trovare tutte le novità e le informazioni sulle detrazioni al 65%, ma anche le scadenze e gli obblighi di legge per famiglie, imprese e amministrazioni pubbliche in tema di efficienza energetica.
Anche per quest’anno saranno incentivati tutti gli interventi che riguardano la sostituzione di serramenti ed infissi, la sostituzione di vecchie caldaie con pompe di calore o a condensazione, l’installazione di pannelli solari, o gli interventi di coibentazione o riqualificazione energetica.
Confermata la proroga anche per gli interventi di efficientamento energetico che interessano le parti comuni degli edifici condominiali. Da segnalare l’introduzione degli ecobonus anche per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari, per spese sostenute nei prossimi 12 mesi fino a un valore massimo di 60.000 euro.
Saranno inoltre detraibili le spese per tende esterne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate, e in generale le schermature.
In più, la detrazione al 65% è stata ampliata alle spese per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo di 30.000 euro.
Il tutto all’insegna dell’efficienza energetica. Uno degli obiettivi della legge di stabilità è proprio quello di evitare lo spreco di energia in tutti i settori e ridurre del 20% i consumi entro il 2020. E’ infatti previsto un programma di intervento per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione e l’obbligo di diagnosi energetica per le imprese di grandi dimensioni entro la fine del 2015.
Sul sito si trovano anche contatti e numeri di telefono ai quali rivolgere quesiti e richiedere indicazioni sull’invio della documentazione necessaria. Una vera e propria assistenza tecnica agli utenti, sintomo che incentivi, agevolazioni e detrazioni convengono a tutti. E l’ambiente ringrazia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano