16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

A Torino si posteggia con il Telepass. Lubatti: “Lavoreremo per estenderlo a tutti i parcheggi cittadini”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno d’Angelo

Novità  importanti  per gli automobilisti torinesi. Da oggi nei posteggi gestiti da Apcoa (Porta Palazzo, Emanuele Filiberto e Stati Uniti) si potrà  utilizzare il sistema di pagamento automatico autostradale. I clienti Telepass avranno a  a disposizione un ingresso e un’uscita attrezzati al riconoscimento del loro dispositivo. Oltre a rendere molto più celeri i tempi di accesso e di uscita  si eviteranno  anche scarichi inquinanti di gas. Il sistema destinato ad estendersi ulteriormente nel tempo conta a livello nazionale la presenza di 68 parcheggi così attrezzati.
E’ inoltre atteso nelle prossime settimane l’arrivo dell’ App Telepass Pyng. Un sistema  che consentirà un comodo pagamento (senza cercare monetine in tasca per l’acquisto del ticket) dei posteggi nelle strisce blu negli stalli di Piazza Emanuele Filiberto. Anche in questo caso è prevedibile un ‘estensione di questa applicazione.
Come conferma con soddisfazione l’assessore alla Mobilità Claudio Lubatti:  «Si tratta di una scelta vincente  in grado di agevolare,  senza alcun costo aggiuntivo, tutta la clientela, occasionale o abituale che sia. Nel prossimo futuro lavoreremo per creare le condizioni necessarie affinché  questo servizio possa essere esteso a tutti i parcheggi del nostro territorio».
Intanto si opera anche sull’importante posteggio di Porta Palazzo per il quale è allo studio un progetto con orti sul tetto. Arturo Benigna, ad della società Apcoa, sottolinea  l’impegno  per aumentare la sicurezza con lavori di ammodernamento realizzati e quelli in programma  per  interventi di  ‘blindatura’ che prevedono  l’installazione di dispositivi in grado di limitare l’accesso solo ai possessori di legittimo titolo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano