11.4 C
Torino
giovedì, 13 Giugno 2024

A Torino prende il via l’Academy per la mobilità integrata, innovativa e sostenibile 

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il modello delle Academy si distingue per l’organizzazione in filiere che operano sinergicamente per il raggiungimento di un unico obiettivo: la riduzione del mismatch tra domanda e offerta di lavoro in Piemonte. La realizzazione di tale obiettivo è prevista entro la fine del 2023 e sarà possibile proprio grazie alla cooperazione delle 11 Academy di filiera distribuite sul territorio regionale. 

Tra le filiere militano piccole e medie imprese, agenzie formative accreditate, nonché organi del sistema di istruzione e formazione dei quali l’Associazione Cnos-Fap Regione Piemonte è capofila. La visione progressista sposata dalle Academy si fonda sulla qualificazione della forza lavoro, finalizzata all’inserimento in azienda, e sulla specializzazione/riqualificazione degli occupati. Le aziende partner sostengono attivamente la formazione prendendo parte alla progettazione dei percorsi formativi e supportando gli stessi rendendo disponibili le proprie attrezzature e i propri tecnici. 

Lo stesso Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha sottolineato il carattere innovativo del sistema delle Academy definendolo: “Un metodo che premia e valorizza anche il merito e le capacità della forza lavoro del nostro Piemonte”. 

L’Assessore all’Istruzione e Merito, Formazione, Lavoro della Regione Piemonte Elena Chiorino, regista del progetto, ha poi illustrato come l’azione delle Academy sia tesa a creare un legame concreto tra il sistema educativo e quello delle imprese, progettando e realizzando “percorsi formativi condivisi, con un ruolo attivo delle imprese, che non demandano integralmente a terzi la realizzazione dei percorsi formativi, ma ‘investono’ mettendo a disposizione le proprie tecnologie”. 

Infine, Fabrizio Berta, Direttore dell’area Programmazione e Innovazione dell’Offerta Formativa dell’Associazione Cnos-fap Regione Piemonte ha dichiarato: “La consegna della targa e delle chiavi dell’Academy della Mobilità sostenibile in Piemonte rappresenta il risultato di un lavoro in cui CNOS-FAP ha investito fin dalla sua ideazione insieme a Istituzioni, Aziende, Agenzie Formative, Territori e rappresentanze datoriali e sindacali. L’Academy in futuro avrà il compito non solo di formare i lavoratori e le lavoratrici del settore, ma anche di supportare le imprese e territori in questo scenario di evoluzione della mobilità verso le nuove forme di alimentazione e diverse modalità di gestione degli spostamenti, verso un mercato in cui l’innovazione e la velocità di cambiamento diventano i fattori di successo. Per raggiungere questo obiettivo sarà necessario che tutti si mettano a disposizione dell’Academy, con il coraggio di fare rete, condividere i successi ma anche le fatiche per trovare soluzioni innovative. Questo preserverà la tradizione della filiera produttiva della mobilità che soprattutto in Piemonte esiste ed è concreta, è riconosciuta in tutto il mondo, coinvolge moltissime persone ed è presente in tutto il territorio regionale”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano