23.2 C
Torino
sabato, 15 Agosto 2020

A Torino nasce DNA. Dominanti Nature Artistiche. Non solo un’associazione, ma luogo di contaminazione delle arti

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Negli anni Venti c’erano le jam session, inizialmente nate negli ambienti jazz, in cui i musicisti si ritrovavano regolarmente o occasionalmente per una performance musicale senza aver nulla di preordinato, di solito improvvisando su griglie di accordi e temi conosciuti. Spesso l’obiettivo non era intrattenere il pubblico ma creare l’occasione per provare nuovo materiale e mettere alla prova le proprie abilità confrontandosi con altri strumentisti, un ritrovo sociale in cui si improvvisava e si mescolavano diverse forme artistiche ed espressive. Proprio dal’esperienza delle jam session prende ispirazione DNA. Dominanti Nature Artistiche, la nuova associazione di artisti torinesi che vuole essere luogo e  tempo, in cui teatro, musica, arti visive si contaminano e si incrociano, amalgamando le suggestioni dell’arte ai linguaggi di scena, perché tutto è possibile quando nulla è deciso.

Questa è la filosofia, con cui alcuni artisti hanno dato vita, a Torino, all’associazione  Dominanti Nature Artistiche. «Un progetto sognato, sudato e voluto fortemente per poter dare voce all’arte a 360°”- racconta Carlotta Micol De Palma, attrice tra gli ideatori della compagnia – Perché DNA? Perché l’arte è nel sangue, e il sangue permette di vivere così come l’arte permette all’artista di esprimersi.. Dominanti Nature Artistiche perché un vero artista non può reprimere la sua vera natura».

- Advertisement -

L’idea che sta alla base di questo associazionismo cooperativo di artisti è quella di promuovere progetti culturali e artistici in senso ampio, cercando di creare occasioni d’incontro con le opere, con le persone e con l’operato delle persone. DNA vuole promuovere l’arte e la cultura in più modalità possibili: dall’interazione e integrazione di diverse modalità espressive per valorizzare la sensibilità e le capacità di chiunque voglia provare a muoversi in un contesto così ampio come l’arte, alla partecipazione a grandi eventi sociali del territorio rendendo  l’arte  non solo contenitore di idee ma strumento utile per veicolare idee e sensibilizzare.

- Advertisement -

«Il teatro, la musica, la fotografia – spiega De Palma – possono essere strumento importante anche per la gestione di questioni complesse legate al territorio. In quest’ottica, anche il ruolo dell’artista stesso si è modificato, caricato di nuovi significati e, in un certo senso, anche di responsabilità nei confronti del pubblico, non più semplice artista ma animatore sociale, o meglio di “attore sociale».

I primi appuntamenti in programma

DNA partirà, da martedì 22 a venerdì 25 ottobre, con una settimana dedicata alle lezioni prova, aperte sia a chi fosse alla sua prima esperienza artistica, sia a  chi invece ha già mosso i primi passi. Seguiranno alcune produzioni teatrali, fra le prime in scena “MK-Ultra”, testo a sfondo sociale ambientato in un futuro prossimo e una giornata di Co-arting, aperta a tutti gli artisti del territorio chiamati a confrontarsi con performance diverse su uno stesso tema.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “L’esperienza di Appendino e dei Cinque Stelle sulla pelle dei torinesi”

Il senatore del Partito Democratico Mauro Laus commenta le ultime esternazioni della sindaca di Torino Chiara Appendino, che si è detta d’accordo...

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...