14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

A Torino il premio Covenant of Mayors 2020 per l’impegno per l’ambiente

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La città di Torino ha vinto il premio europeo Covenant of Mayors 2020 for Climate and Energy, riconoscimento per l’impegno per la tutela dell’ambiente e pratiche virtuose per il rispetto del clima, assegnato a una grande città aderente al Patto dei Sindaci. 

Soddisfazione della sindaca Chiara Appendino che con la sua giunta ha sempre manifestato l’importanza delle tematiche ambientali: “Sono azioni nelle quali, sin dall’inizio, abbiamo creduto fortemente. Certi che quella per l’ambiente sia una sfida globale, ma che si affronta anche a livello locale. Incentivi alla mobilità sostenibile, piste ciclabili, riduzione dei rifiuti, estensione della raccolta differenziata, transizione verso fonti di energia sostenibile, riduzione del consumo di suolo, tutela delle acque e delle aree verdi… Sono solo alcune delle azioni che abbiamo portato avanti e sulle quali proseguiremo nel nostro impegno. Insieme a tutti i torinesi”. 

Prosegue la prima cittadina: “Il mio ringraziamento alla European Commision, alla commissaria Kadri Simon, all’assessore all’ambiente Alberto Unia e a ogni cittadino che, nel suo piccolo, si impegna ogni giorno su questi temi. E il grazie della Città a Convenant of Mayors per questo riconoscimento”, conclude Appendino.

Anche il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle commenta il riconoscimento: “Un premio per un futuro sostenibile. Un riconoscimento per tutte le iniziative della Giunta e del Gruppo consiliare M5S nel portare i temi ambientali, dei cambiamenti climatici e della riduzione delle emissioni, al centro dell’azione politica ed amministrativa della città. Ma sappiamo che c’è ancora molto da fare da qui ai prossimi anni specialmente sui temi di mobilità e sviluppo sostenibile, economia verde ed economia circolare; sforzi e azioni che possono trovare oggi una solida base su cui però vanno costruite progettualità durature nel tempo”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano