26.9 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

A ognuno la sua ostetrica

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Eleonora Rossotto
Due giovani ostetriche Clara Baudino e Giusi Quartararo sono le ideatrici di un progetto ambizioso e innovativo che ha preso vita nel servizio di assistenza “Ad ognuno la sua ostetrica”.
L’ostetrica in molti paesi d’ Europa non si incontra solamente in ospedale, ma è una figura a tutto tondo che segue la coppia prima e dopo la gravidanza, accompagna la neo mamma alla scoperta del nuovo rapporto con il bambino e le offre assistenza durante tutte le tappe successive, fino a una più avanzata.
In Italia questa figura manca e l’incontro fra l’ostetrica e la donna avviene nell’unico frangente del parto e gli incontri di preparazione ad esso, ma la sessualità e la conoscenza del proprio corpo sono aspetti con cui ci deve confrontare tutta la vita, dall’infanzia all’età matura e spesso gli unici aspetti messi in luce riguardano la prevenzione, che costituisce un aspetto collaterale, seppur imprescindibile, della femminilità e del rapporto con la proprio corpo.
Le due pioniere e creatrici di questa nuova figura professionale, credono fermamente che il loro progetto possa offrire quella assistenza che la donna necessita durante tutte le fasi della sua vita e che si presenta come un percorso parallelo all’intervento del ginecologo, spesso interpellato solo in caso di effettiva necessità e non come punto di riferimento.
In questo momento sono state attivate diverse iniziative come il corso di preparazione al parto per la coppia, un corso di acquaticità per donne in gravidanza e bambini dai 3 ai 12 mesi, un accompagnamento all’allattamento a casa e le gravidanze in autonomia dal ginecologo.
Creare il proprio percorso è molto semplice: dopo aver contattato le ostetriche, si possono fissare appuntamenti, anche a domicilio, e realizzare incontri basati sulle esigenze personali e la parcella, non proibitiva, permette di accedere a questo servizio serenamente e per tutto il 2014 la consulenza sul benessere femminile è gratuita.
Clara Baudino si mostra soddisfatta dalla risposta ricevuto sino a ora e l’obiettivo prossimo è quello di ampliare il servizio anche nella provincia di Torino e attivare nuovi corsi, come consulenze sessuologiche.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano