21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

A 20 anni dall'alluvione, il Piemonte ricorda le vittime del 1994

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Alba venne travolta dai fiumi Tanaro e Talloria che a causa delle forti piogge uscirono dagli argini, portando con se tutto ciò che trovarono sul loro percorso.
Oggi, una grande corona di fiori bianchi è stata gettata nel fiume Tanaro dal vecchio ponte in memoria delle nove vittime di quell’alluvione avvenuta il 5 e 6 novembre del 1994.
A vent’anni esatti dalla tragedia, il sindaco del comune cuneese, Maurizio Marello insieme a Enzo Demaria, primo cittadino nel 1994, ha lanciato nel fiume il cuscino di fiori in ricordo di quanti persero la vita nella notte quando il Tanaro travolse più della metà dei Comuni del Piemonte.
Gli appuntamenti per ricordare i vent’anni dall’alluvione ’94 sono proseguiti oggi, nel pomeriggio con un dibattito organizzato, sempre ad Alba, da Flai Cgil. In serata al teatro Sociale andrà in scena lo spettacolo “Voglio raccontarti una storia” mentre domani nelle scuole si svolgeranno attività di sensibilizzazione al rischio idrogeologico e sempre in memoria delle vittime, una fiaccolata in serata, per mantenere vivo il ricordo delle vittime.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano