15.5 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

9 dicembre, i poliziotti si tolgono il casco. La Questura precisa: “Gesto ordinario, non di condivisione”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

In queste ore stanno girando insistentemente sul web e sui social network le immagini di un gruppo di poliziotti che di fronte ai manifestanti dello sciopero dei Forconi si è tolta il casco della tenuta antisommossa, ricevendo l’applauso dei presenti, che l’hanno interpretato come un gesto di appoggio nei loro confronti. In base a queste informazioni, la Questura di Torino tiene a precisare che quanto fatto dai poliziotti è un gesto «da considerare ordinario e correlato al venir meno dello stato di tensione e delle esigenze di ordine pubblico».
«Verso le ore 10.30 – fa sapere la Polizia – al termine di un intervento disimpegnato da un contingente della Polizia di Stato in questo Corso Bolzano, per contenere una improvvisa azione dei manifestanti in prossimità della sede dell’Agenzia delle Entrate, i poliziotti in servizio, su disposizione del funzionario responsabile, si sono tolti il casco, essendo venute meno le esigenze operative che ne avevano imposto l’utilizzo».
Tale gesto, dunque, non può essere interpretato con «significati non attinenti alle regole d’impiego dei dispositivi individuali di protezione e, tantomeno, di condivisione delle istanze dei manifestanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano