20.7 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

2houses: come difendere la bigenitorialità. In arrivo una nuova guida e App

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di M.D.A.

Famiglie allargate e bigenitorialità sono un fenomeno in costante crescita. Per supportare queste realtà in continua evoluzione e i conflitti annessi è in arrivo la nuova guida aggiornata “10 regole per una sana bigenitorialità” realizzata con il contributo delle psicoterapeute di “Psicologia Benessere”.

Si tratta di un significativo aggiornamento della versione italiana di 2houses.com, l’applicazione per genitori separati, nata in Belgio nel 2011 da un’idea di Gill Ruidant. La guida è stata fino ad ora consultata da oltre 80.000 famiglie nel mondo e da 1400 famiglie italiane.

Oltre alla volontà di allargare i campi della sua consulenza ed i contatti l’obiettivo fondamentale resta quello di fornire strumenti in grado di aiutare i genitori separati e non, sviluppando quella che viene definita come “comunicazione positiva” all’interno della famiglia.

Nel dettaglio le nuove collaborazioni, oltre a quella con Superpapà, la più grande web community di papà italiani, prevedono l’attivazione di partnership con studi legali, esperti di diritto di famiglia e di mediazione familiare, associazioni e istituzioni.

Un quadro che, oltre a contribuire a migliorare il supporto alle famiglie, mira in primo luogo a valorizzare il concetto di bigenitorialità.

Per i genitori che vogliono usufruire di questo strumento il riferimento è: http://www.bigenitorialita-guida.it/2HS_ITAinternet.pdf.

Gli sportelli di Psicologia e benessere oltre a occuparsi di bigenitorialità hanno attivo il servizio “Sos separazione”. Un importante progetto nato a Torino per sostenere i genitori, che si stanno separando o già separati, insieme ai loro figli. Questo attraverso iniziative di prevenzione, informazione e aiuto. Le psicologhe Sarah Pederboni e Alessandra De Sanctis impegnate da anni in “Sos Separazione” ribadiscono come in questi conflitti e scontri genitoriali siano i figli a subire i peggiori danni. Figli che vengono definiti “vittime innocenti di guerre senza vincitori”. Questa nuova guida vuole essere un ulteriore strumento per orientare i genitori in modo di fare il bene dei propri figlioli che hanno il diritto di avere il supporto e l’amore di entrambi i genitori, facendo prevalere quell’ottica di bigenitorialità che per fortuna si sta sempre più diffondendo. La quotidianità continua a evidenziare quanto approcci e supporti di questo tipo siano necessari visto quanto risultino ancora diffuse e articolate pratiche di alienazione genitoriale e parentale a seguito dei conflitti tra coniugi con conseguenze drammatiche per i figli e anche per il genitore che si vede cancellato nel suo ruolo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano