23.5 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

Via Po: sassi, transenne e cartoni. Così i pedoni non riescono ad attraversare

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Chi ogni giorno si trova a camminare in via Po, all’angolo con via Sant’Ottavio, sede dell’università, forse non ci fa nemmeno più caso. Infatti, quelle lastre di pietra abbandonate in un angolo sotto i portici sono lì da troppo tempo tanto da sembrare parte dell’arredo.
Eppure per i numerosi passanti sono un disagio non da poco. Già perchè quelli che sembrano le pietre avanzate da qualche lavoro di manutenzione stradale, sono state lasciate a ridosso del marciapiede dell’attraversamento pedonale che porta alla fermata dei tram verso piazza Castello.
Certo le lastre sono in un’area transennata e delimitata, ma oltre al disagio per i passanti si sta creando un disagio anche per quanto riguarda la pulizia. Cartoni abbandonati, sacchetti di plastica e bottiglie della movida della vicina piazza Vittorio. Senza una risposta alla domanda: quando verranno portati via questi lastroni liberando il passaggio e restituendo la bellezza dei portici che da piazza Castello portano al Po.
IMG_8224 IMG_8225 IMG_8226 IMG_8227 IMG_8228

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano