27.5 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Vercelli, boom di turisti per la mostra di Kandinsky

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Boom di turisti a Vercelli per la mostra “Kandinsky. L’artista come sciamano”, intitolata al celebre pittore russo, padre dell’astrattismo. L’esposizione, che durerà fino al 6 luglio negli spazi dell’Arca, ricavati da una chiesa di San Marco risalente al 1300, è stata inaugurata lo scorso weekend con numeri da record (100 ingressi tra venerdì, sabato e domenica) e continua a riscuotere un ottimo successi, di persone venute anche da lontano. E così tra i saloni si vedono girare persone provenienti da Torino, oppure con l’inconfondibile accento milanese o genovese, o ancora americani. Tra loro, un gruppo di venti persone arrivava da Michigan, negli Stati Uniti, altri invece da Malta, altri ancora dalla Germania.
«Il merito va alla promozione che è stata fatta nei primi giorni di evento – spiega Piergiorgio Fossale, assessore comunale alla Cultura – ma anche dalla efficace rete di comunicazione dei musei russi: sicuramente questa mostra piace perché mette in evidenza per la prima volta una nuova visione di Kandinsky, soprattutto legata al mondo dello sciamanesimo e delle antiche tradizioni contadine russe. Ed è la prima volta che una grande esposizione sul maestro russo si avvale di oggetti esclusivi come tamburi, grembiuli e oggetti rituali».

 ©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano