23.4 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

Valle d’Aosta, operaio muore nella villetta della ministra Cartabia

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un operaio, 38enne di nazionalità straniera, è morto questa mattina a Ollomont, nell’alta Valpelline in Valle d’Aosta, nel cantiere di un’abitazione privata di proprietà della ministra della Giustizia, Marta Cartabia, dove da anni le vacanze da anni. L’uomo sarebbe rimasto schiacciato da una putrella nel garage della villetta, dov’erano in corso dei lavori di ristrutturazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e il 118 con l’elicottero della Protezione civile regionale. “Sono sconvolta e affranta da quanto appena appreso: un operaio è morto in un gravissimo incidente sul lavoro questa mattina nel cantiere della mia casa di montagna a Ollomont, piccolo comune della Val d’Aosta. Le autorità locali mi hanno da poco informata, sono profondamente turbata”, ha commentato la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, saputa la notizia.
“Desidero innanzitutto esprimere tutto il mio dolore e la mia personale vicinanza ai familiari della vittima. Come ho anticipato al sindaco David Vevey – dichiara Cartabia – mi sento partecipe del turbamento dell’intera comunità locale, profondamente segnata da questo grave lutto. Confido che le autorità possano al più presto ricostruire l’intera dinamica dei fatti”. Dalla scorsa estate Cartabia è cittadina onoraria di Ollomont.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano