25.4 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Tutti i segreti del nuovo IPhone 6

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Paolo Bogliano
Il “day one” è alle porte. il Flint Center For The Performing Arts di Cupertino ha annunciato per le ore 10 locali, ovvero le 19 in Italia, la presentazione del nuovo IPhone 6. Apple, inseguendo la tendenza imposta sul mercato parallelo di Android, pare abbia abbandonato la taglia da 4 pollici, considerata dai designer di Cupertino ottimale per l’utilizzo di uno smartphone. Le nuove dimensioni infatti saranno da 4,7 e 5,5 pollici, supportate dalla modalità “mano singola” che fungerà da compromesso tra il classico utilizzo veloce e il nuovo formato. Le prime foto emerse dalla rete sembrano avvalorare questa ipotesi.
Oltre a queste novità è previsto anche un nuovo chip NFC, che darà la possibilità di effettuare pagamenti istantanei in mobilità. È noto che Apple stia trattando con alcuni dei più rinomati istituti di credito, come American Express, JP Morgan Chase, Citigroup, Capital One e Bank of America, per ottenere ridotte commissioni per i propri clienti.
Oltre al software e le applicazioni le novità abbonderanno anche nella struttura, si vocifera infatti che, il nuovo IPhone6 sarà totalmente in alluminio anodizzato, e dalle forme arrotondate, molto vicine al look dei recenti tablet di Apple. Lo smartphone, molto sottile e leggero, si caratterizzerebbe per una scocca posteriore singolare, solcata da degli elementi in policarbonato o gomma che probabilmente fungerebbero da isolanti per le antenne WiFi, Bluetooth e 4G.
Le migliorie dovrebbero prevedere un nuovo tasto d’accensione, non più nella parte superiore bensì a lato del dispositivo. Il pannello frontale dello smartphone potrebbe vedere l’impiego del cristallo di zaffiro, un materiale estremamente resistente e poco incline ai graffi, già abbondantemente sfruttato dall’industria degli orologi.
Ii chipset, introdurrà l’utilizzo del processore A8. Sempre a 64 bit come il suo predecessore, si vocifera sia quad-core e prodotto dal nuovo partner di Taiwan TSMC. A fianco all’unità di calcolo principale, verrà previsto il chip M8 successore della versione A7 introdotta in iPhone 5S.
Per rendere più accattivante il prodotto Apple pare abbia modificato il logo della mela morsicata, infatti non sarà più stampato o inciso direttamente sull’alluminio, bensì intagliato. Come già succede sui Macbook, e l’icona potrebbe essere retro illuminata dal display LCD principale.
Il nuovo smartphone di Apple potrebbe arrivare in Italia verso fine settembre o inizi di ottobre se confermata la data del 19 settembre come data di lancio. Sul fronte dei prezzi invece, non si hanno ancora notizie certe: si pensa che i telefonini da 4,7” possano assestarsi sull’ormai canonica soglia dei 700-800 euro, mentre per i 5,5” potrebbero subire un’impennata consistente, c’è chi ipotizza anche 1.000 euro. Il tutto, ovviamente, senza considerare eventuali contratti e promozioni con gli operatori telefonici.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano