21.9 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Torino maglia rosa per il turismo: sold out per il Giro d’Italia

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo 

Dopo il sold out in alberghi e ristoranti per il Salone del Libro si attende un altro  week end di fuoco sotto la Mole per l’arrivo del Giro d’Italia. Al momento si registra negli alberghi e nelle camere in affitto un 80% di prenotazioni, con presenze mediamente aumentate del 10%, ma non è detto che le cifre di tali riscontri non possano ancora ulteriormente salire. «Numeri decisamente  confortanti» è il commento di Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, che precisa: – «l’evento rappresentato del Giro d’Italia attira persone che poi in buona parte visiteranno la città e faranno acquisti nei nostri negozi e quindi anche un settore come quello dei prodotti tipici non potrà che trarne giovamento».

Oltre alla popolare manifestazione in rosa la città ospiterà sabato  anche la cerimonia di giuramento degli Allievi Carabinieri.

«Torino si conferma sempre più importante meta turistica anche per i grandi eventi che è in grado di attrarre»  per Maria Luisa Coppa, presidente di Ascom Confocommercio Torino e Provincia  «l’arrivo della tappa conclusiva del Giro d’Italia fa bene sperare». Coppa sottolinea come la cerimonia degli Allievi Carabinieri sarà una importante occasione per molte famiglie italiane di visitare la città e scoprire le sue bellezze.

La conclusione delle principale kermesse ciclistica nazionale sotto la Mole conferma quanto il ciclismo resti uno sport popolare fatto di sudore e passione che sa  coinvolgere ed entusiasmare masse di persone che lo accolgono e lo sostengono mentre attraversa piccoli borghi, passi montani o grandi centri.  Di certo l’arrivo del “Giro” a Torino comporterà un grande coinvolgimento popolare.

C’è da aggiungere che i continui eventi di ogni tipo stanno dando sempre più lustro a Torino che si conferma sempre più  meta privilegiata del turismo da ogni parte del mondo.  Si registra inoltre anche un fenomeno caratterizzato da un crescente  numero  di turisti che partono in piena autonomia dai luoghi più impensati per scoprire la capitale dei Savoia indipendentemente da concerti,expo, eventi sportivi e culturali.  Come succede ad esempio a Barcellona per il “tempio del Barca” anche a Torino vi sono visitatori che , dopo un giro in centro sorpresi dalla vitalità mondana, si limitano a dare uno sguardo allo Juventus Stadium. Anche questo è turismo popolare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano