19.1 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Torino, Appendino: “Al via piano straordinario manutenzione strade”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Previsti piani straordinari per la manutenzione stradale. Ad annunciarlo la sindaca di Torino Chiara Appendino dal suo profilo social che, con l‘hashtag TorinoRiparte spiega quello che vedremo sulle strade torinesi.

“Nei prossimi mesi, sulle strade di Torino, vedrete numerosi cantieri di manutenzione stradale, come non si vedevano da molti anni” spiega Chiara Appendino, che aggiunge “Prima di commentare ‘E’ campagna elettorale!’, lasciatemi spiegare. I fondi delle manutenzioni stradali vengono definiti dal bilancio previsionale che l’Ente stila ogni anno. E’ ovvio che tanto piu’ tardi viene approvato il bilancio, tanto piu’ tardi verranno bandite le gare, assegnate, avviati e consegnati i lavori. Insomma, gia’ le procedure pubbliche non sono snelle per definizione, se si aggiungono lungaggini amministrative e’ facile allungare i tempi”.

“Quest’anno – spiega la sindaca – succede che per la prima volta da 24 anni il bilancio di previsione 2020 e’ stato approvato entro l’anno solare. Questo vuol dire che succede esattamente il contrario di quanto descritto poco sopra: partono prima le gare, vengono assegnate prima, partono prima i cantieri e si concludono prima i lavori”. “Ma, attenzione, ai lavori finanziati dal bilancio 2020 – prosegue – si aggiungono quelli ancora non conclusi delle manutenzioni straordinarie 2018 e 2019. Significa che, finalmente, anche per cio’ che riguarda le manutenzioni stradali, vedremo realizzarsi concretamente i progetti previsti da questa amministrazione”.

“l’attenzione sulla manutenzione del suolo dovra’ rimanere alta – contina Appendino -.Questo deve essere chiaro, a noi come alle future Amministrazioni. E’ un fatto che le strade tendano a danneggiarsi prima. Questo non avviene solo a Torino ma in tutte le citta’. I motivi principali sono due: eventi atmosferici violenti e circolazione di mezzi pesanti. Per cio’ che riguarda questi ultimi, il discorso e’ semplice: tanto piu’ il suolo viene usato tanto piu’ si consuma. Pullman, camion, ma anche auto, portano naturalmente al deterioramento della pavimentazione. Si formano crepe, nelle quali si inseriscono acqua piovana e detriti e con le successive compressioni l’asfalto si spacca, creando le buche”.

“Occorre intervenire al momento giusto – aggiunge – per prevenire situazioni di ammaloramento sempre piu’ gravi. Anticipando il bilancio 2020, quest’anno ed il prossimo sara’ possibile prevenire invece che curare. Ma, a proposito di acqua, c’è un altro tema che interviene. I già citati fenomeni atmosferici violenti. Come ormai ogni torinese sa, negli ultimi anni violenti temporali estivi sono sempre piu’ frequenti. Spesso accompagnati da forti piogge e grandinate. Questi contribuiscono, non poco, al danneggiamento del suolo pubblico e non solo. Su questo non possiamo farci niente se non monitorare e proseguire con interventi mirati e puntuali. Cosa che, ovviamente, continueremo a fare”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano